I droni radiocomandati sono stati l’argomento caldo di Dicembre 2014, e in migliaia troveranno sotto l’albero un piccolo quadricottero per effettuare riprese aeree ed evoluzioni di ogni tipo. Solitamente a questi oggetti non si associa però una caratteristica spesso propria del volo, la velocità, che invece era caratteristica di aeroplani o strumenti simili. Due appassionati professionisti del volo, l’ingegnere aerospazioale JD Claridge e Charles Manning hanno pensato però di realizzare un drone che coniugasse la precisione operativa del drone con il suo volo in hovering a velocità zero con la possibilità di trasformarsi in un aereo radiocomandato dalle alte velocità di crociera.

x-plusone-drone

Nasce in questo modo l’X PlusOne, una macchina VTOL (vertical take-off and landing) che oltrepassa i 100 Km/h di velocità massima ma atterra e decolla in modo del tutto simile ai quadricotteri tradizionali. Il sistema utilizza il controllo sulla potenza erogata ai quattro motori, che lo fanno ruotare di 90° una volta decollato. Il progetto è attualmente alla ricerca di fondi su Kickstarter, dove però non sembra aver fatto breccia nel portafogli degli appassionati nonostante un prezzo decisamente contenuto. Per portare a casa il drone sono infatti necessari “solo” 479 dollari, circa 390 euro, mentre per il kit di montaggio si scende a 199 dollari, 160 euro, che sembrerebbero ben spesi per un drone dalle alte potenzialità. Le specifiche tecniche sono, nel dettaglio:

  • Dimensioni: 82 x 48 x 35 centimetri
  • Peso in ordine di volo: 1,2 Kg
  • Velocità massima: oltre 100 Km/h
  • Tempo di volo: 10-15 minuti
  • Smontabile per un trasporto semplice
  • Gimbal a 2 assi per la GoPro
  • Montaggio fisso per la GoPro

Entra in Drone Club, il club dei dronisti d’Italia!

Drone-Club

 

 

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...