Se vi trovaste di passaggio dalla periferia di Wuppertal, nella regione del Reno-Westfalia, potreste incontrare qualcosa di davvero inusuale:

Un ponte realizzato con giganteschi mattoncini LEGO

Nonostante l’effetto visivo sia esattamente questo, in realtà il ponte è (ovviamente) fatto di cemento e acciaio.

Il ponte a Wuppertal. Fotografia di Morty condivisa con licenza CC BY-SA 3.0 via Wikipedia:

Il ponte sulla Schwesterstraße fa parte dell’ex linea ferroviaria di Wuppertal, che è stata convertita in pista ciclabile e pedonale. Dopo diversi anni dalla sua conversione, la città aveva deciso di ravvivarne il design, troppo triste e grigio per un ponte fatto per esser percorso “lentamente”.

L’artista di strada Megx (alias Martin Heuwold) ha pensato di convertirlo in qualcosa di completamente differente, lasciandosi ispirare dalla passione delle sue due figlie per i mattoncini LEGO.

Il ponte a Wuppertal visto da vicino. Fotografia di Morty condivisa con licenza CC BY-SA 3.0 via Wikipedia:

L’artista ha chiesto il permesso all’azienda danese di utilizzare il design dei famosi mattoncini, permesso che è puntualmente arrivato. In circa 2 settimane Megx e i suoi aiutanti hanno colorato il ponte in modo vivace, utilizzando le ombre per simulare la forma dei connettori cilindrici dei mattoncini, e dipingendo una superficie totale di circa 250 metri quadrati.

Il giocoso Lego-Brücke (Ponte Lego) è piaciuto moltissimo agli abitanti, ed è stato premiato con il Deutscher Fassadenpreis Advancement Prize nel 2012.

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...