Quando la nonna di Travis Burke acquistò un Dodge Ram nel 1994 non avrebbe mai pensato che la destinazione finale del mezzo diventasse così stravagante e avventurosa. Travis Burke è un fotografo di 28 anni originario di Oceanside, in California, e ha trasformato il vecchio van della nonna, che giaceva inutilizzato in garage da molti anni, in una vera e propria casa mobile che lo sta accompagnando a visitare tutto il mondo. Dopo un radicale intervento di trasformazione, costato 8.000 dollari e cinque mesi di lavoro, il nuovo camper fai-da-te era pronto, completo di lavandino, frigorifero, spazio per lo studio fotografico, letto e stazione di ricarica dei device.

Partito nel 2014, Burke è in viaggio da circa 16 mesi e ha attraversato molti dei luoghi più belli e incontaminati del Nord America, passando fra Stati Uniti e Canada più volte. Le sue immagini hanno fatto il giro del mondo, impressionanti se si pensa che sono state realizzate recandosi con il van in tutti questi luoghi sperduti. La sua avventura ha ricevuto il sostegno di differenti sponsor, fra cui anche GoPro, che stanno finanziando il giovane fotografo/esploratore alla scoperta del mondo.

Spero di ispirare le persone a uscire ed esplorare il mondo che gli sta intorno. Non è necessario pianificare una vacanza assurda per immergersi in un paesaggio bello e unico, ma semplicemente uscire fuori casa, e partire per una breve avventura“. Le sue immagini sono magnifiche, e il suo viaggio è in diretta sul sito ufficiale.

travis burke 01 travis burke 02 travis burke 03 travis burke 04 travis burke 05 travis burke 06 travis burke 07 travis burke 08 travis burke 09 travis burke 10 travis burke 11 travis burke 12 travis burke 13 travis burke 14 travis burke 15 travis burke 16 travis burke 17 travis burke 18 travis burke 19 travis burke 20 travis burke 21 travis burke 22 travis burke 23 travis burke 24 travis burke 25 travis burke 26

Leggi anche:

Coppia tedesca viaggia per 26 anni, 177 paesi e 550 mila miglia con un Mercedes Classe G

Gunther Holtorf 01

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...