In buona parte dell’800 e per tutto il periodo della Belle Epoque si verificò un fenomeno nuovo, che passò alla storia come il fenomeno delle Buccaneers. Così venivano chiamate le giovani ereditiere che espatriavano verso l’Europa, in particolare Regno Unito e Francia, per sposare giovani e talvolta anziani nobili. Il termine deriva dal libro incompiuto “The Buccaneers”, di Edith Wharton, dal quale fu tratta una serie televisiva del 1995:

Sotto, l’autrice Edith Wharton, Premio Pulitzer nel 1921:

Infatti l’800 fu connotato da una miriade di milionari americani che davano in sposa le loro figlie a nobiluomini spesso in crisi finanziaria, che superavano la loro avversione per gli “yankees” grazie al rifornimento dei loro forzieri e conti correnti, per diverse ragioni tragicamente vuoti.

Sotto, il trailer della serie televisiva:

Chi è appassionato di Downton Abbey sicuramente ricorderà il personaggio di Cora, milionaria statunitense che sposa lo squattrinato Conte di Grantham per mantenere la proprietà di Downton. La storia narrata nella serie televisiva prende spunto dalla realtà. Tuttavia non sempre come nel telefilm le coppie così assortite vivevano in armonia e amore, anzi, spesso finivano col divorzio. Un caso esemplare è quello di Consuelo Vanderbilt, discendente della famosissima e ricchissima famiglia americana che sposò nel 1895 il Duca di Marlborough, finendo col divorziare nel 1926. Lei in seguito sposerà un ricco industriale francese, fratello di Étienne Balsan, amante di Coco Chanel. Consuelo fu obbligata dalla madre Alva a sposare il duca, infatti Alva soleva dire:

Prima ti sposi per soldi, poi per amore

Charles, IX Duca di Marlborough, con Consuelo, Duchessa di Marlborough, ed i loro figli John, Marchese di Blandford, e Lord Ivor Spencer-Churchill, in un ritratto di John Singer Sargent del 1905:


Tuttavia Consuelo come unica consolazione trovò l’amicizia nel cugino di suo marito, il futuro statista Winston Churchill, figlio anch’egli di un’ereditiera americana, Jenni Jerome, Lady Rundolph Curchill, la quale prima di divorziare fu amante di Edoardo VII. Consuelo, ereditò questo nome ispanico da un’amica di sua madre, l’ereditiera cubana Consuelo Yznaga, la quale sposò il duca di Manchester.

Sotto, Consuelo Yznaga:

Sempre nel Regno Unito, un’altra ricca milionaria, Frances Work, sposò lo squattrinato Barone Fermoy, finendo comunque nel divorzio. Essi sarebbero stati i bisnonni di Diana Frances Spencer, futura principessa del Galles.

Sotto, Frances Ellen Work:

Gli esempi sono tantissimi. Ma un altro caso esemplare avvenne in Francia dove, la giovanissima e ultramiliardaria Winnaretta Singer, della famiglia famosa per la produzione di macchine da cucire, avrebbe sposato poco più che adolescente il Principe di Montbéliarde, vecchio, povero ed omosessuale. Winnaretta, dal canto suo era anch’ella omosessuale e trovò sollievo nella sua relazione con Violet Trefusis (prozia di Camilla, Duchessa di Cornovaglia). I due divorziarono quasi subito e lei risposò il principe di Polignac, discendente della famosa Duchessa.

Winnaretta Singer:

Il principe non le nascose mai la sua omosessualità, tuttavia i due vissero in perfetta armonia, in un matrimonio mai consumato, fatto però di passioni in comune come l’arte. Il loro palazzo veneziano, Palazzo Contarini Polignac, fu un salotto spesso frequentato dai maggiori artisti dell’epoca come Proust o Monet.

Sotto, Palazzo Contarini Polignac. Fotografia di Didier Descouens condivisa con licenza Creative Commons via Wikipedia:

Ultima di questa lista di nomi famosi fu Nancy Langhorne, neanche a dirlo, anch’ella ricchissima e sposatasi nel ramo inglese degli Astor, quello dei Visconti Astor. Solo che lei usò i suoi soldi e titoli per diventare la prima donna eletta alla Camera dei comuni.

Sotto, Nancy Astorf, dipinto di John Singer Sargent:

L’esempio più moderno che abbiamo è quello di Marie Chantal Miller, ereditiera dei Duty Free che nel 1995 ha sposato SAR Il principe Pavlos di Grecia, erede al trono ormai estintl
Sotto le foto vi è il nome

Vittorio d Andrea
Vittorio d Andrea

Studente di giurisprudenza da sempre con la passione per le persone che hanno fatto la storia! In particolare per le donne e le dinastie reali europee.