Nel piccolo villaggio di Wigtown, in Scozia, si trova una libreria di paese “The Open Book“, che affitta sia l’attività commerciale sia il piano superiore, adibito ad appartamento, sul sito di affitti Airbnb. A un prezzo di circa 40 euro a notte, gli ospiti possono visitare un luogo affascinante della Scozia e vivere la vita, anche solo per una settimana, del proprietario di un’autentica libreria. La descrizione del soggiorno è esplicativa:

“Wigtown è la città del libro scozzese, e vi da il benvenuto nella sua libreria per una o due settimane. Vi daremo la libreria e l’appartamento di sopra, sostenuti da una squadra di volontari e venditori per rendere la vostra vacanza il viaggio più bello possibile. Fondata dal “Wigtown Festival Company”, l’obiettivo della libreria è quello di celebrare le librerie stesse, incoraggiare l’istruzione attraverso le librerie indipendenti e accogliere gente da tutto il mondo nella città del libro della Scozia”.

Oltre ad un vero e proprio lavoro di 40 ore settimanali, l’ospite affitterà anche l’appartamento al piano superiore, che dalle foto sembra delizioso, dotato di Wi-Fi gratuito, postazione computer e biciclette per esplorare la campagna scozzese. Insomma, se siete appassionati di libri, questa è una delle “vacanze da fare almeno una volta nella vita”! Per maggiori informazioni qui trovate la pagina di prenotazione.

L’interno della libreria è tradizionale:

Dentro ci sono i classici scaffali, pavimento in moquette, tappeti e altri particolari tipici delle piccole librerie di paese:

Le tazze del Wigtown book festival:

Terminata la giornata in libreria si sale all’appartamento:

La sala centrale è semplice ma curata:

La piccolissima cucina:

Fra i compiti c’è anche quello di annaffiare i fiori:

E poi si vive a Wigtown, che sembra uscito da una cartolina di 100 anni fa:

Il paese, piccolo, e per questo decisamente splendido:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...