L’artista indonesiano Ghidaq al-Nizar (alias: coffeetopia) è diventato una piccola celebrità in rete grazie alla sua bravura nell’utilizzare l’essenza del caffè come colore per realizzare la propria arte, utilizzando come tela le foglie appassite d’Autunno. Il risultato è una serie di scene color seppia caratterizzate da una bellissima miscela di natura e delle sfumature marroni dei resti di una tazza di caffè.

Nonostante lo sforzo richiesto per utilizzare il caffè su ogni pittura, al-Nizar è fortemente convinto della propria scelta rispetto all’utilizzo delle vernici tradizionali: “Amo l’intimità che sento con il caffè, ed è divertente creare con qualcosa che ti piace. Quindi non potrei utilizzare un mezzo migliore per festeggiare i miei sentimenti. Gli artisti devono sentirsi in un particolare stato d’animo quando creano qualcosa, stato d’animoche, per me, si verifica soltanto quando utilizzo il caffè”. Nonostante i materiali insoliti, al-Nizar utilizza ancora un pennello per dirigere il coloro su ogni foglia.

Le opere dell’artista non si limitano al caffè e alle foglie, ma vengono realizzate anche piccole composizioni con altri elementi naturali che richiamano sempre colori in sfumature del marrone. I risultati, bellissimi nella loro composizione a partire dagli elementi base con cui sono realizzati, sono affascinanti ed evocativi, quasi quanto il fumo denso di una tazza di caffè di fronte al mare.

Leggi anche: Giulia Bernardelli conquista il mondo con la sua arte al caffè

coffeetopia1 coffeetopia2 coffeetopia3 coffeetopia4 coffeetopia5 coffeetopia6 coffeetopia7 coffeetopia8 coffeetopia8a coffeetopia9 coffeetopia10 coffeetopia11 coffeetopia12 coffeetopia13 coffeetopia15

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...