Visto dall’esterno sembra soltanto un vecchio edificio di Brisbane, fra i tanti che caratterizzano la più orientale città Australiana, capitale del Queensland. La cifra per cui è stato venduto a fine Agosto, 1,23 milioni di dollari, fa intuire che dietro l’anonima facciata si nasconda qualche segreto.

Una volta visti gli interni si comprende con facilità il motivo di un prezzo tanto alto

L’edificio venne costruito nel lontano 1950, e la facciata è rimasta pressoché identica da allora. L’interno è stato invece interessato da una radicale ristrutturazione, che ha esaltato le forme industriali dell’antica costruzione e reso moderni e alla moda tutti gli ambienti costruiti ex-novo. Così fra muri in mattoni vintage, pavimenti in resina e travi in acciaio a vista si è immersi in un piccolo gioiello di architettura d’interni, già definito come:

La casa più bella di Brisbane

L’ambiente è un open space di grandi dimensioni, con uno spazio esterno con pavimento in legno:

L’edificio all’esterno conserva i mattoni dell’epoca, rimasti a vista come in tanti capannoni, anche in Italia, costruiti in quel periodo:

La camera da letto, ancora decisamente spoglia, è in stile con il resto degli ambienti:

Tutte le zone sono illuminate da grandi neon, mentre i soffitti lasciano a vista le travi e l’isolamento:

Il bagno è naturalmente stato radicalmente rifatto, con piastrelle rosse e alcuni “pezzi” (lo specchio, la porta), rimasti uguali alla precedente destinazione d’uso:

Sotto, indicato con “RW” è il tetto dell’edificio, che offre l’accesso da due strade:

Il prezzo del magazzino è elevatissimo anche a causa della sua vicinanza al centro d’affari di Brisbane:

Fonte: Realestate.com.

Categorie: Architettura

Matteo Rubboli

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...