Le autorità cinesi hanno comunicato che è stato recentemente scoperto un misterioso gioco da tavolo in una tomba nei pressi di Qingzhou, in Cina. Il gioco è stato trovato all’interno di una tomba che fu saccheggiata dai “tombaroli”, e risale circa a 2.300 anni orsono. Insieme ai resti del gioco è stato identificato uno scheletro di uno dei presunti tombaroli in un pozzo dentro la tomba.  All’interno del sepolcro è stato trovato un dado con 14 facce ricavato dal dente di un animale, 21 pezzi di un gioco rettangolare con i numeri dipinti sopra e una piastrella rotta che un tempo doveva essere parte del gioco stesso. La piastrella è stata ricostruita, evidenziando un disegno che raffigura due occhi circondati da nuvole e tuoni.

Gioco-Cina-Tomba-6

Un gioco morto

Dodici facce del dado sono numerate da uno a sei in una forma di antica scrittura cinese nota come “script seal”, e ogni numero appare due volte sul dado, con due facce lasciate bianche. I manufatti sembrano esser parte di un gioco chiamato “bo”, a volte indicato come “Liubo”, che cadde in disuso ben 1.500 anni orsono.

Una poesia scritta circa 2.200 anni fa da un uomo di nome Yu dà l’idea di come potesse svolgersi il gioco: “Poi, con i dadi di bambù e i pezzi d’avorio, il gioco di Liu Bo è iniziato; sono state prese le parti; avanzano insieme, minacciandosi l’un l’altra. I pezzi sono stati incoronati, e i punteggi raddoppiati. I colpi di ‘Cinque bianco!’ sono cresciuti“.

Gioco-Cina-Tomba-5

Gioco-Cina-Tomba-4

Gioco-Cina-Tomba-2Gioco-Cina-Tomba-3

La tomba

La tomba dispone di due ampie rampe che conducono ad una scala che scende nella camera di sepoltura. Accanto alla tomba principale si trovano cinque fosse contenenti oggetti di corredo, e tutto era coperto da un tumulo lungo 100 metri.

Gioco-Cina-Tomba

Nel momento in cui fu costruita la tomba la Cina era divisa in molti stati in lotta fra loro, e la tomba conteneva, molto probabilmente, i resti di alcuni aristocratici dello stato di Qi. “Nonostante l’enorme prestigio della tomba questa è stata completamente depredata. La camera con la bara fu quasi completamente scavata e saccheggiata, subendo gravi danni“.

Gli archeologi hanno trovato 26 pozzi scavati nella tomba dai saccheggiatori. Uno di questi cela lo scheletro di un uomo che si era rannicchiato, e che potrebbe essere uno dei tombaroli.

Fonte: LiveScience

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...