Progettata dallo studio di architettura Ponting Fitzgerald per la pittrice Tracy Mathewson e il suo compagno, questa villa in stile moderno si trova a Omaha in Nebraska, negli Stati Uniti. L’arte qui permea il percorso creativo dell’architettura, che diventa funzionale e maestosa allo stesso tempo.

Omaha Gallery House 1

La casa è quasi assimibilabile ad una scultura, con il grande satellite superiore realizzato con pareti in rame che sovrasta sia il giardino interno dell’edificio sia l’ambiente esterno, una piattaforma di osservazione privilegiata che consente di vedere oltre quello che il livello terra consentirebbe.

Omaha Gallery House 2

La casa ha una forma rettangolare con i differenti ambienti che si sviluppano a lato del cortile, che diventa anche un luogo di osservazione delle opere d’arte dell’artista e delle attività interne alla casa. I locali sono aperti all’esterno, ma invisibili da fuori.

Omaha Gallery House 3

La percezione di immersione nella natura è acuita dal verde giardino interno, ma non per questo gli abitanti si sentono coinvolti nel divenire degli avvenimenti esterni.

Omaha Gallery House 4

La casa diventa un fortezza dorata, protagonista silenziosa di un paesaggio che osserva ma che non può influenzarla, roccaforte di intimità nonostante le ampie vetrate suggeriscano si tratti di un ambiente molto lontano dal concetto di “privacy”.

Omaha Gallery House 5

La vista esterna:

Omaha Gallery House 6

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...