L’artista olandese Daan Roosegaarde è stato scelto per rendere omaggio al celebre dipinto di Vincent Van Gogh “Notte Stellata”, e lo ha fatto creando una pista ciclabile realizzata con i LED, che si illumina di notte grazie alla carica che, di giorno, viene accumulata con l’energia solare.

Notte-Stellata

Il percorso di 600 metri è stato aperto il 12 novembre 2014 e sviluppa fra Eindhoven e Neunen, nei Paesi Bassi, dove Van Gogh trascorse parte della propria vita. La pista celebra il 125° anniversario della morte di Van Gogh, ed è stato rivestito in vernice foto-luminescente integrato con piccoli LED che si illuminano grazie a dei micro pannelli fotovoltaici. Il percorso fa parte del progetto “Smart Highway”, una collaborazione tra la municipalità di Roosegaarade e la società di costruzioni olandese Heijmans, che si prefigge di creare “strade interattive e sostenibili per il domani“.

Starry Night tributo van gogh8

Starry Night fu dipinto da Van Gogh durante il 1889, periodo nel quale il genio olandese si trovava a Saint-Remy, in Francia. Come la maggior parte dei suoi quadri fu dipinto negli ultimi due anni di vita, e raffigura una notte fra il 23 maggio e il 19 giugno 1889. L’artista morirà poco più di un anno più tardi per un colpo d’arma da fuoco, già gravemente affetto da malattia mentale, che lo aveva spinto a dipingere alcune delle tele più belle e significative del proprio periodo storico. Capolavori che oggi sarebbero tele senza prezzo…

Fotografie di Pim Hendriksen

Starry Night tributo van gogh1

Notte Stellata#2:

Starry Night tributo van gogh2

Notte Stellata#3:

Starry Night tributo van gogh3

Notte Stellata#4:

Starry Night tributo van gogh4

Notte Stellata#5:

Starry Night tributo van gogh5

Notte Stellata#6:

Starry Night tributo van gogh6

Notte Stellata#7:

Starry Night tributo van gogh7

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...