I LEGO sono fra i giocattoli più creativi e divertenti mai creati, ed il loro successo ormai quasi secolare ne fa il primo gioco a produzione industriale così duraturo nel tempo. Vero è che, per essere utilizzati, devono avere la superficie piana di altri lego sotto, e quindi non possono esser fissati in modo rimovibile a mobili o pareti, ad esempio. Sino a ieri.

Nimuno è infatti la startup che ha recentemente sbancato IndieGoGo con il suo nastro adesivo LEGO-compatibile, una striscia gommosa adesiva che consente di posizionare minifigure o mattoncini LEGO ovunque, ad esempio sul frigo di casa o sulla bicicletta. Il nastro è morbido, in modo da fare delle curve, tagliabile e riutilizzabile.

L’invenzione potrebbe sembrare banale ma non lo è affatto. LEGO è oggi un’azienda in piena salute, con un fatturato di circa 4 Miliardi di Euro e una gamma prodotti in continua crescita. Posizionare le costruzioni ovunque potrebbe diventare un’esigenza sentitissima dai bambini cresciuti a pane e mattoncini, e le strisce adesive diffondersi a macchia d’olio.

Il costo, relativamente basso per l’esclusività del prodotto, è di 11 dollari per due rotoli da 1 metro, mentre per 10 rotoli il prezzo è di 50 dollari. I ragazzi di Nimuno chiedevano un finanziamento di 8 mila dollari “all’internet”, ma in pochissimo tempo si è arrivati alla stratosferica cifra di 400 mila dollari con 11 mila finanziatori. Non male per un’azienda di nastro adesivo…

Il lavandino circondato da LEGO:

Anche il manubrio della bicicletta diventa adatto al nastro:

Il video di presentazione del Nastro adesivo LEGO:

Categorie: Lego

Matteo Rubboli

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...