Il nuovo drone a dieci motori sviluppato da NASA, denominato Greased Lightning (GL-10), ha recentemente compiuto un primo volo di test nei cieli di Hampton, in Virginia. Il drone, che è in fase di sviluppo presso il centro di ricerca di Langley, aveva già superato i test di volo stazionario iniziali durante lo scorso agosto, ma doveva affrontare la prova più difficile per un velivolo VTOL (Vertical take off and Landing): passare dalla modalità di volo in hovering come un elicottero a quella di volo alare, sfruttando non solo la forza dei motori ma anche la portanza delle ali.

“Durante le prove di volo la transizione dal volo in hovering a quello con l’ala e poi di nuovo in hovering è avvenuta con pieno successo, e finora abbiamo portato a termine 5 voli. Il nostro entusiasmo è alle stelle, e ora passiamo alla seconda fase, che è quella in cui vogliamo dimostrare come il volo VTOL sia quattro volte più efficace rispetto a quello di un elicottero tradizionale” afferma l’ingegnere aerospaziale Bill Fredericks, uno dei responsabili del progetto. Se il GL-10 riuscirà a provare le sua capacità aerodinamiche il team di Langley svilupperà la tecnologia per effettuare delle spedizioni con i droni e per produrre macchine in grado di effettuare sorveglianza e agricoltura di precisione.

Anche se esistono molti altri droni di tipo VTOL, come ad esempio l’X PlusOne, il drone sviluppato dalla NASA ha il pregio di riuscire ad orientare i motori, ottimizzando le prestazioni e l’energia consumata dal drone. Dettagli che, su scala globale, faranno la differenza.

Fonte: Engadget

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...