Molto prima dei Rollerblade si pattinava con i Ritter Road Skates

La storia dei pattini a rotelle in linea è lunghissima, e inizia durante la metà del ‘700 in Gran Bretagna, con l’inventore John Joseph Merlin, che li brevetta la prima volta nel 1860. Circa un secolo dopo, nel 1865/70, compaiono i primi pattini a rotelle definiti “tradizionali” (a quattro ruote su due lati) che guadagnano da subito un ampio consenso di pubblico e diventano lo standard per le competizioni di velocità, artistiche e di Hockey.

Qualche anno più tardi, nel 1898, uno svizzero di nome Ritter iniziò a vendere i “Ritter Road Skates”, che erano una versione di pattini in linea che anticipava di quasi 90 anni i primi Rollerblade, che furono commercializzati nel 1982.

I Ritter Road Skates venivano venduti dalla Road Skates e Co di Oxford Street, a Londra, e ottennero un certo successo presso il pubblico di sportivi londinesi, in particolare presso diversi ciclisti famosi come Montague Napier, Walter Munn e A. Hoffman, i quali formarono un club che si trovava a pattinare su strada ogni fine settimana.

Il tester nelle foto d’epoca si chiama George Best, e nel 1898 recensì un paio di pattini Ritter per lo Strand Magazine. La recensione di Best non fu delle migliori, e alcuni passaggi sono esemplificativi:

Non sono niente di più che un paio di biciclette in miniatura. Il processo per rialzarsi comprende una serie di movimenti complicati e spasmodici

I pattini in linea erano disponibili in diverse taglie, sia da uomo sia da donna. Per frenare si utilizzava una corda collegata ai pattini che si doveva tenere in mano, ma il processo di rallentamento non viene descritto come facile e sicuro. Le stecche in legno che avvolgono lo stivale erano studiate per mantenere l’utente stabile e prevenire le lesioni alla caviglia.

I pattini da strada di Ritter rappresentarono uno dei prodotti principali che crearono un boom di mezzi di locomozione a rotelle (come biciclette e pattini) che aveva contagiato l’Inghilterra Vittoriana a partire dalla metà del XIX secolo, e furono fra i precursori più utilizzati dei moderni Rollerblade.

Ritter Road Skates#5:

Ritter Road Skates#6:

Ritter Road Skates#7:

Ritter Road Skates#8:

Ritter Road Skates#9:

Ritter Road Skates#10:

Ritter Road Skates#11:

Ritter Road Skates#12:

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...