I libri cartacei non sono sicuramente una specie in via di estinzione (almeno per il momento), ma in molti stanno già pensando al “dopo”, e Moleskine è una fra queste aziende. Livescribe è la risposta al dilagare di smartphone e tablet, che rende la connessione fra carta e digitale più semplice e alla portata di tutti. La Smartpen Livescribe è il fulcro del prodotto, che si completa con le agendine Livescribe che sono il terreno di gioco di questa penna intelligente. In pratica, la penna scrive sulla carta e riconosce limiti e confini, righe e quadretti, e trasferisce in modo automatico tutti i segni al tablet o smartphone, consentendo di sfruttare sia il feeling di scrittura cartacea sia la comodità degli appunti digitali.

Ogni pagina del taccuino ha anche tre icone che consentono di attivare la registrazione audio, che può essere fatta in contemporanea alla scrittura degli appunti. L’App Livescribe+ consentirà di riconoscere e riprodurre l’audio anche in determinati punti, prendendo come riferimento la scrittura su carta. Il sistema si compone di tre soggetti distinti: taccuino, penna e applicazione, che lavorano insieme per rendere semplicissimo il trasferimento dalla carta al digitale.

Il prezzo dei singoli componenti è superiore rispetto a simili oggetti, e l’acquisto diventa proficuo se viene utilizzata la Livescribe ECHO Smartpen 2GB da 138 euro su più di un taccuino, o anche sui differenti tipi di supporti come ad esempio il Livescribe Block-Notes da 25 euro, un quaderno A4 con funzionalità simili a quelle del taccuino. Per capire al meglio come funzionano i dispositivi vi consiglio di guardare il video sottostante.

Moleskine-Livescribe-Notebook-1

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...