Merano in autunno: scoprite la magia della perla dell’Alto Adige

Premesso che qualsiasi stagione è perfetta per un soggiorno in Alto Adige, non si può negare che la stagione autunnale abbia un fascino tutto particolare: le città sono meno affollate che nel periodo estivo, il clima è particolarmente piacevole e, soprattutto, la natura regala a residenti e turisti il meraviglioso spettacolo del viraggio dei colori: un tripudio di giallo, rosso, arancione e marrone che è struggente, suggestivo e romantico al tempo stesso. 

Tutto questo vale a maggior ragione per la splendida città termale di Merano che si trova in una zona particolarmente favorita dal clima e dalla natura che la circonda. 

Ecco quindi che il primo suggerimento che vogliamo darvi per le vostre vacanze autunnali è quello di prenotare il soggiorno presso l’hotel Schenna a Merano o per essere precisi presso uno degli hotel Schenna perché in effetti potrete scegliere tra due bellissime strutture: l’Hotel Eschenlohe, 4 stelle superior, con piscina esterna riscaldata e un ambiente SPA di altissimo livello con vari tipi di sauna, trattamenti benessere e tanto altro ancora oppure, a poca distanza dal primo, l’Hotel Alpin, un 4 stelle con un’eccezionale offerta wellness. In entrambi questi hotel potrete anche gustare una cucina particolarmente raffinata. 

Alla scoperta di Merano attraverso il “Sentiero di Sissi” (Sissi-Weg)

Merano in autunno è meravigliosa e vogliamo invitarvi a scoprirla suggerendovi un itinerario particolarmente suggestivo: il sentiero di Sissi, dedicato all’imperatrice Elisabetta d’Austria che amava moltissimo la città di Merano. Si tratta di un percorso in undici tappe: si parte dal Kurhaus di Merano, uno dei simboli di Merano, meraviglioso edificio in stile liberty. 

La seconda tappa è il Parco Elisabetta, la cui costruzione iniziò nel 1860. Inizialmente era dedicato alla figlia di Sissi e si chiamava Parco Marie Valerie. Al suo interno si trovano giochi d’acqua e un padiglione dove si tengono concerti. Oggi fa parte della celebre Passeggiata d’Estate. Nel parco troverete una statua dell’imperatrice opera dello scultore Hermann Klotz. 

Tocca poi alla Wandelhalle, porticato in stile liberty che è possibile incontrare percorrendo la cosiddetta Passeggiata d’Inverno. 

La quarta tappa è il Ponte Romano che collega i parchi di Maia Alta (uno dei quartieri meranesi più eleganti) e il centro della città di Merano. Il Ponte Romano fu realizzato nel XVII secolo e sostituì un ponte di legno ben più modesto. Al di sotto del ponte scorre il torrente Passirio. 

Quinta tappa: l’Hotel Bavaria con le insegne dello stemma della Baviera che ricordano il fratello di Sissi, Karl Theodor. 

La sesta tappa è Castel Rottenstein dove Sissi ha alloggiato durante uno dei suoi tanti soggiorni a Merano (il proprietario era suo cognato). Oggi è una residenza privata e non è visitabile.

La tappa successiva è Piazza Fontana che in passato fu intitolata al cognato di Sissi, l’arciduca Karl Ludwig. 

L’ottava tappa è un’altra residenza privata, la Residenza Reichenbach, dove ha vissuto per alcuni anni un medico meranese che è una vera e propria istituzione della città: Franz Tappeiner che fu anche antropologo e mecenate. 

La nona tappa è Castel Rubein, un’altra residenza privata che si trova al centro di un parco particolarmente ampio. Nel 1870 molte persone al seguito dell’imperatrice Sissi furono alloggiate in questo castello. 

La tappa successiva è il bellissimo Castel Pienzenau, oggi residenza privata e risalente al XIV secolo. Sempre nel 1870, durante il soggiorno di Sissi, il fienile di questo splendido edificio fu utilizzato come rimessa per le carrozze e i cavalli giunti da Vienna. 

L’ultima tappa sono i meravigliosi Giardini di Castel Trauttmansdorff, ben 80 ambienti botanici suddivisi in aree tematiche per 12 ettari di estensione. Una visita di questa meraviglia è assolutamente imperdibile per chi soggiorna a Merano. 


Pubblicato

in

da