Il carrozziere italiano Zagato ha una lunga storia nella modifica e personalizzazione di alcune delle più belle automobili al mondo, e Maserati si rivela essere la piattaforma ideale per sviluppare forme e contenuti di assoluto spessore. La nuova “Mostro” fa parte delle celebrazioni per il 100° anniversario della casa milanese, un tributo a quella Maserati 450SCoupé Zagato “Mostro” voluta fortemente da Sir Stirling Moss per gareggiare alla 1000 miglia e ad altre competizioni sportive dell’epoca, anch’essa con carrozzeria costruita da Zagato.

La nuova Mostro disegnata dal capo design Zagato, Norihiko Harada, è molto simile all’originale nel concept design, ma i materiali di cui è costruita sono decisamente più moderni e leggeri. Il motore dovrebbe essere un V8 con 400 o 450 cavalli, curiosamente meno potente del motore della Mostro originale, mentre all’interno la vettura è stata caratterizzata da finiture sportive ultra-spartane. I cerchi sono da 19 pollici con pneumatici di dimensioni differenti: 255/40 all’anteriore e 295/35 al posteriore. L’apertura ad ali di gabbiano e l’alettone posteriore sono invece elementi del tutto nuovi in questa coupé, che faranno, probabilmente, storcere il naso agli appassionati del tridente. Di questa vettura “mostruosa” ne saranno prodotti soltanto 5 esemplari, tutti, ovviamente, già venduti. L’auto sarà presentata al concorso d’eleganza Villa D’Este, e ha già ricevuto i complimenti da moltissima stampa specializzata.

La Mostro del 1957:

zagato-mostro-1957

 

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...