La tragica fine di Giorgio di Kent: il Duca dimenticato

Il Principe Giorgio fu il primo dei figli del futuro Giorgio V e della futura Regina Mary a nascere sotto il regno di Edoardo VII. L’epoca edoardiana cercava di scrollarsi di dosso i resti dell’era bacchettona vittoriana, ma la famiglia di Giorgio e Mary era ancora vecchio stile, rigorosa e severa. Il principe venne definito “un raggio di sole in una famiglia grigia” eppure con gli anni si è parlato sempre meno di Giorgio, quasi dimenticato o ricordato solo per le sue abitudini o infamato da sospetti assurdi. Giorgio nacque il 20 dicembre 1902, penultimo figlio dei futuri sovrani.

Giorgio, Duca di Kent 1934

Di carattere allegro, legatissimo al fratellino John e a Edoardo, nonostante la differenza di età, era bello, alto, di gran portamento, intelligente, sempre elegantissimo, affascinava donne e uomini, e a sua volta apprezzava entrambi i sessi. Era uno spirito libero, amante di avventure particolari e frequentazioni dubbie e pericolose.

Sotto, il video racconto dell’articolo sul canale Youtube di Vanilla Magazine:

Giorgio nel 1920

Dopo gli studi entrò in Marina (che peraltro odiava) e ci restò controvoglia fino al 1929, quando cominciò a lavorare prima al ministero degli esteri e poi a quello degli interni, unico membro della famiglia reale ad avere un impiego da civile.

Giorgio nel 1938

Negli anni ’20 conobbe Alice Preston, detta Kiki, una giovane socialite statunitense  membro della “Happy Valley”. Kiki era soprannominata “la ragazza con la siringa d’argento” per la piccola siringa che teneva in borsetta ed usava tranquillamente in pubblico per iniettarsi l’eroina.

Giorgio nel 1934

La “Happy Valley” era una specie di comunità edonistica attiva in Kenya dagli anni ’20 agli anni ’40 dove i membri, esclusivamente dell’alta società, si incontravano per divertirsi con sesso, alcool e droga.

I 4fratelli Windsor: da sx: Giorgio, Edoardo, Alberto e Enrico

Giorgio ebbe una relazione con Kiki che lo introdusse all’uso di cocaina e morfina e a un ménage à trois con il figlio dell’ambasciatore argentino a Londra. Si pensa che il figlio di Kiki, nato nel 1926 potesse essere di Giorgio. Edoardo cercò in tutti i modi di separare il fratello dalla pessima influenza di Kiki, arrivando a far allontanare forzatamente la donna dall’Inghilterra e a obbligare alla disintossicazione Giorgio.

1934 Marina e Giorgio (al centro) con i genitori: a sinistra Elena Vladimirovna e Giorgio V, a destra la regina Mary e Nicola di Grecia

Dalla fine degli anni ’20 Edoardo e Giorgio vivevano insieme a York House, erano quasi più amici che fratelli, le due pecore nere dei Windsor. Giorgio ebbe, oltre a Kiki, molte relazioni con donne e uomini, e diversi furono i figli illegittimi attribuitigli, una fra tanti Raine McCorquodale nata nel 1929, figlia di Barbara Cartland, e futura “matrigna” di Lady Diana come seconda moglie di John Spencer. Quanto affidamento si possa fare su una donna come la Cartland è molto dubbio, e cosa ci sia di vero sui figli illegittimi è difficile da stabilire, i “si dice” si usavano anche allora.

1906 La famiglia di Giorgio V: da sx Giorgio V, la regina mary con in braccio il piccolo John, davanti in piedi Mary, Giorgio, Edoardo, Alberto, seduto Enrico.

Giorgio sicuramente ebbe molte relazioni, ma non si hanno prove concrete che fra queste ce ne fossero due piuttosto pericolose dal punto di vista politico come invece suggerito dalle “voci” dell’epoca. Una doveva essere con Luigi Ferdinando di Prussia, nipote del Kaiser Guglielmo II, e l’altra con Anthony Blunt, agente inglese al servizio dell’Unione Sovietica. Riesce difficile credere al numero spropositato di relazioni che vengono attribuite al principe, ma resta comunque comprensibile il disagio che questa situazione causasse alla famiglia reale.

La famiglia reale nel 1923 : in piedi da sx: Edoardo, Enrico, Alberto, Giorgio. Al centro Giorgio V, sedute da sx la principessa Mary e la regina Mary.

Nel 1929 Giorgio riuscì a prendere il desiderato brevetto da pilota. Secondo lui era l’aeronautica il futuro del mondo, e nel 1934 fu il primo membro della famiglia reale ad attraversare l’Atlantico in aereo. Ma l’aviazione era ancora agli albori e i tour ufficiali continuavano sempre via mare. Giorgio viaggiò insieme al fratello Edoardo per tutto il mondo.

1910 i figli di Giorgio V

Nel 1932 Giorgio e la principessa Marina di Grecia si incontrarono a Londra a casa di Paolo di Jugoslavia, marito di Olga di Grecia, e Giorgio la definì una creatura amabile e chic. Marina era nata nel 1906 figlia di Nicola di Grecia, figlio del re Giorgio I, e di Elena Vladimirovna di Russia, nipote dello zar Alessandro II. Nel 1913 il nonno Giorgio era stato assassinato e sul trono ellenico era salito suo zio Costantino, ma nel 1917 la monarchia era stata rovesciata costringendo all’esilio tutta la famiglia reale greca e da allora Marina aveva vissuto a Parigi.

Giorgio nel 1930

Nonostante i molti corteggiatori a 26 anni Marina era ancora nubile, non bellissima ma affascinante e di carattere testardo. Anche lei era uno spirito libero, ed entrambe le famiglie furono molto contente di veder uniti i due ragazzi.

Marina fidanzata nel 1934

Giorgio e Marina si sposarono il 29 novembre 1934, in ottobre Giorgio era stato creato Duca di Kent. Il matrimonio fu un grande evento, fu il primo ad essere trasmesso via radio in tutto il mondo e fu anche l’ultimo matrimonio con una sposa straniera di casa Windsor. La coppia divenne subito famosa e ammirata. Erano entrambi appassionati di arte e avevano personalmente arredato la casa di Belgrave Square a Londra e la loro casa di campagna, entrambe ritrovo di intellettuali, del bel mondo, di artisti del cinema e del teatro.

Giorgio e Marina 1934

Erano elegantissimi, arbitri di moda maschile e femminile, sempre socialmente presenti, mentre gli altri fratelli di Giorgio erano personalità abbastanza scialbe, come Alberto ed Enrico, o criticate come Edoardo, che aveva cominciato a frequentare Wallis Simpson.

Marina nel 1939, foto di Cecil Beaton

Nonostante si ritenga che le relazioni di Giorgio continuassero, il matrimonio fu felice, Marina era estremamente intelligente, non vietava nulla al marito, così lo aveva conosciuto, sposato e amato, non poteva certo pretendere che cambiasse. Nel 1935 nacque il primo figlio Edoardo, seguito nel 1936 da Alessandra e nel 1942 da Michele.

Nel 1938 Giorgio venne nominato da Giorgio VI Governatore Generale dell’Australia con effetto dall’anno seguente, ma a causa della guerra venne tutto posticipato. Giorgio era anche membro della Massoneria dal 1928 e dal 1939 fu Gran Maestro della Grande Loggia d’Inghilterra.

27.11.1934 il matrimonio di Giorgio e Marina

Nell’aprile 1940 Giorgio si era arruolato nella RAF, non era destinato ai combattimenti, c’erano piloti più esperti di lui, ma si occupava del controllo e del benessere nelle basi inglesi.

1935 Giorgio e Marina con il primogenito Edoardo

Giorgio era sospettato di nutrire simpatie per la Germania, come il fratello Edoardo, e questo sospetto fece fiorire diverse supposizioni in occasione della tragedia dell’aria che lo vide sfortunato protagonista. Il 25 agosto del 1942 l’idrovolante che doveva portare Giorgio e altre personalità in Islanda a visitare una base, si schiantò dopo solo mezz’ora di volo sulla Eagle’s Rock, vicino a Dunbeath nelle Highlands scozzesi, causando la morte di 14 passeggeri con un solo superstite, il sergente Andrew Jack, operatore radio.

Giorgio nel 1940

Jack testimoniò che al momento dell’impatto c’era Giorgio al comando, al posto dell’espertissimo pilota ufficiale, e che lui stesso ne aveva spostato il corpo per nascondere il fatto che fosse lui alla cloche. Sostenne anche che a bordo c’era un’altra persona della quale non volle mai rivelare l’identità. La storia fu verità o voglia di protagonismo?

Marina nel 1936

Si disse che l’aereo si trovasse completamente fuori rotta per l’Islanda, e che probabilmente la destinazione fosse la Svezia, dove Giorgio doveva incontrare qualche personalità tedesca per trattare la pace. Si ipotizzò che il passeggero misterioso fosse Rudolf Hess, arrivato in Gran Bretagna nel maggio del 1941, che stava riportando in Svezia a sostegno delle trattative. Si disse ancora che Giorgio fosse in possesso di una valigetta piena di Corone Svedesi e di documenti, mai ritrovati, da consegnare ai tedeschi, oppure che si trattasse di un attentato dei servizi segreti inglesi per eliminare il principe sospettato di collaborazione con il nemico. La fantasia dei giornalisti galoppava, facendo indegnamente di Giorgio un traditore e una spia.

Marina nel 1954

L’inchiesta stabilì che a causa del vento forte l’aereo era fuori rotta, e la nebbia aveva causato lo schianto, un errore di navigazione umano quindi, che è poi la spiegazione più logica di molti incidenti aerei dell’epoca.

1934 Giorgio e Marina nella casa di campagna

Giorgio venne sepolto nel campo del Mausoleo di Frogmore. Il piccolo Edoardo di neppure 7 anni diventava il nuovo Duca di Kent. Marina con 3 bambini piccoli, l’ultimo era nato solo 7 settimane prima dell’incidente, restava in pratica senza nulla dato che il testamento lasciava tutto ai figli. Marina venne aiutata da Giorgio VI e dalla regina Elizabeth, era infatti molto amata dalla famiglia Windsor, amore che lei ripagò con un costante impegno per la Corona negli anni a seguire. Nel 1947 ebbe la gioia di vedere suo cugino Filippo sposare la futura regina Elisabetta.

Marina nel 1935

Grazie al suo fascino, alla sua gentilezza e alla sua eleganza nel 1960 venne dichiarata donna più elegante del mondo, e la casa reale britannica ne fece l’ambasciatrice della famiglia reale nel mondo. Furono innumerevoli le sue cariche in Gran Bretagna e all’estero, e Marina fu uno dei reali più amati e stimati fino alla sua morte per tumore cerebrale il 27 agosto 1969 . E’ sepolta a Frogmore accanto al marito, inumati in due semplicissime tombe nella terra.


Pubblicato

in

da