La “Playa de Amor” o “Hidden Beach” si trova nell’arcipelago delle isole Marietas nella parte Ovest del Messico. La sua origine è vulcanica, e la sua unicità l’hanno resa una delle spiagge più famose al mondo. Conosciuta sia come “spiaggia dell’amore” sia come “spiaggia nascosta”, in entrambi i casi non è difficile immaginare l’origine dei nomi, dati alla spiaggia proprio per la sua caratteristica intimità.

L’origine si dice sia vulcanica, ma altri sostengono che la spiaggia si sia creata dalle bombe che devastarono la zona durante il XIX secolo. La sua fama si deve all’esploratore Jaques Cousteau, che la descrisse come “un vero e proprio paradiso terrestre”. Fu proprio Cousteau, nel 1960, a guidare una protesta contro le attività umane che si svolgevano sulle isole Marietas, ed il governo finì per proclamare le isole Parque Nacional Islas Marietas.

Sotto, un breve video della spiaggia:

Il parco è protetto, oltre che dal governo locale, anche dall’UNESCO, che preserva la zona per le meraviglie naturali, sia paesaggistiche sia faunistiche. Nella spiaggia, accessibile mediante un tunnel naturale lungo sei metri, vivono sino a 100 differenti specie di pesci, che oggi sono tornati a ripopolare le acque del Pacifico dopo le difficoltà del periodo di metà ‘900.

Visto il numero di persone che la visitano, crescente di anno in anno, è probabile che fotografie come quelle di questa galleria rimarranno un ricordo del passato.

Qui potete farvi un giro su Google Maps:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...