Nel 1835 un contadino del Kent, in Inghilterra, stava svolgendo il suo quotidiano lavoro nei campi, quando colpì con la sua vanga qualcosa che aprì un buco per terra. Da sopra era possibile intuire che stava camminando su qualcosa di vuoto, ma dalla superficie non si riusciva a vedere nulla.

Sotto, il video racconto dell’articolo sul canale Youtube di Vanilla Magazine:

Come spesso accade in questi casi la voce della scoperta si sparse velocemente, e un maestro della scuola locale offrì il proprio figlio, Joshua, per calarsi dentro al foro con una candela. E’ abbastanza strano pensare che qualcuno avesse offerto la propria progenie per infilarsi dentro ad una voragine sotterranea misteriosa, ma fortunatamente l’avventura del ragazzo si stava per rivelare a lieto fine.

Fotografia di deadmanjones condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 01

Il piccolo si inoltrò all’interno della sconosciuta cavità e iniziò l’esplorazione, passando alcuni minuti nel silenzio di un luogo chiuso da chissà quanto tempo. Quando Joshua fu tirato fuori descrisse stanze piene di centinaia di migliaia di conchiglie accuratamente posizionate sui muri e sul soffitto. Ascoltando i racconti del ragazzo gli adulti si mostrarono scettici, ma quando il foro venne allargato e videro con i loro occhi quello che la caverna nascondeva lo stupore per la scoperta fu assoluto.

Fotografia di Ben Sutherland condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 05

Nella cava c’era un corridoio, uno spazio circolare ed una camera per l’altare, il tutto coperto da intricati mosaici realizzati con le conchiglie.

Fotografia di Krondol condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 09

Il padre di Joshua, che di mestiere era maestro di scuola, pensò immediatamente ai benefici economici di questo luogo, e comprò subito il terreno con la grotta, rendendola adatta ad essere visitata dal grande pubblico. Due anni più tardi, nel 1837, la grotta aprì ai curiosi, che cominciarono a frequentare il misterioso sito archeologico fino a farlo diventare il luogo che è ancora oggi dove è presente un museo, un negozio di souvenir e una caffetteria.

Una domanda però rimane senza risposta: Chi ha costruito la grotta, e perché?

E’ chiaro che la realizzazione di un luogo del genere sia costata moltissimo tempo e risorse a chiunque l’abbia commissionata, ma rimane oscuro sia il committente sia i costruttori. In pratica, della storia della grotta si conosce poco o nulla.

Fotografia di kotomi condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 02

Le teorie su chi l’abbia costruita spingono la datazione a oltre 3.000 anni fa, mentre le più recenti sostengono sia risalente al XVIII secolo. La grotta è stata associata alla massoneria, ai cavalieri templari, ai fenici, ai romani e ad altri popoli, ma in verità nessuno studioso ha ancora dato risposte certe alla datazione e agli scopi di questo santuario religioso.

Fotografia di deadmanjones condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 03

Una delle considerazioni che rendono probabile la datazione antica della grotta è il fatto che essa non si trovi su una grande tenuta di un proprietario terriero, ma su un semplice appezzamento che era proprietà degli abitanti del posto. Sarebbe stato quindi improbabile la sua realizzazione pochi secoli prima della scoperta perché il terreno avrebbe dovuto rimanere nelle disponibilità della famiglia che l’aveva commissionata. Nel 1930 fu addirittura organizzata una seduta spiritica per contattare le anime delle persone che avevano posizionato le oltre 4 milioni di conchiglie su muri e ornamenti ma, come è facile intuire, il tentativo di comunicare con l’aldilà non diede i frutti sperati e gli autori di questa intricatissima opera d’arte rimangono completamente sconosciuti.

Fotografia di Krondol condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 04

Ad oggi, dato che la grotta di Margate rimane una proprietà privata, non sono stati ancora stanziati i fondi necessari per datare le conchiglie e le decorazioni, nemmeno per analizzare la malta necessaria per il posizionamento dei pezzi. Finché il sito non verrà acquisito dal National Trust inglese l’origine di questo misterioso monumento rimarrà probabilmente un mistero.

Fotografia di felibrilu condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 12

Il soffitto. Fotografia di Kevan condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 11

Particolare delle conchiglie. Fotografia di John Bullas condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 10

Una rosa di conchiglie. Fotografia di Simon Lee condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 07

La grotta. Fotografia di Kotomi condivisa con licenza CC BY-SA 2.0 via Flickr:

grotta di conchiglie di Margate nel Kent 06

Sotto, un video la mostra all’interno:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...