Scopri tutti i vantaggi che può darti il viaggiare con una valigia rigida.

Una volta che abbiamo organizzato un viaggio la cosa che tocca fare successivamente è la valigia. Il capire come riuscire a portarsi dietro tutto lo stretto necessario – evitando di metterci dentro cose non prettamente indispensabili – può essere leggermente complicato in alcuni casi.

Esistono infatti persone che si porterebbero con loro anche la casa se potessero e quelli che amano viaggiare un po’ alla “caccia che è notte”.

Si dice che “in media stat virtus”, ma è anche vero che ognuno fa un po’ come meglio crede…quello che, ad ogni modo, sta alla base di un viaggio è la valigia. Senza una valigia capiente farete fatica a portare con voi le cose a cui tenete di più. Non importa che sia grande o piccola – forse alle compagnie aeree sì – ma che ognuno abbia il suo bagaglio specifico, adatto ai vari tipi di viaggi che andrà a fare.

Ma una cosa in questo articolo la diremo: scegliete in particolar modo se acquistare una valigia rigida o una valigia morbida, perché per quanto possa sembrare banale qualche differenza fra le due c’è.

Quale valigia scegliere per i tuoi viaggi: rigida o morbida?

Generalmente si decide di acquistare una valigia in base ai propri gusti estetici o al prezzo: non è sbagliato, ma non è sicuramente il criterio più adatto. Ha senso comprare una valigia pensando già al tipo di viaggio o vacanza che andrete a fare. Dovete pensare ai tipi di indumenti da inserirci in base al tipo di clima che troverete una volta arrivati a destinazione.

Qualora viaggiaste in aereo, è consigliabile scegliere una valigia trolley rigida, questo per una questione di sicurezza in primis ( immaginate quanto può essere più semplice forzare una valigia in tessuto) e anche perché, se avete oggetti fragili al suo interno ci sarà meno probabilità che si rompano. Capita spesso infatti che gli addetti ai lavori aeroportuali tendano, per questioni di tempo, a compiere movimenti bruschi nel controllo dei bagagli.

Inoltre le valigie rigide, grandi o piccole che siano, si spostano molto più facilmente sui nastri trasportatori, sporcandosi pure di meno. Maggiore sicurezza potrete averla scegliendo eventualmente quelle valigie rigide con annessa combinazione numerica o chiavetta.

Prima di decidersi su quale tipologia di bagaglio acquistare è bene perciò scandagliare tutte le caratteristiche che può avere una valigia piuttosto che un’altra. A tal proposito ha senso spendere due parole sulla differenza fra le valigie in tessuto e quelle rigide. Le prime hanno il vantaggio che possono allargarsi…perfetto qualora avessimo nella fretta dimenticato qualcosa e decidessimo di aggiungerlo all’ultimo sfruttando tasche e taschine. Tra l’altro, se le zip hanno una buona cucitura, possono garantire una resistenza ottimale anche sotto pressione ( infatti la chiusura della cerniera può esser capace di sopportare ulteriore volume di oggetti come ad esempio scarpe infilate all’ultimo minuto).

Il brutto è che, per quanto possa essere cucito tutto molto bene, si tratta pur sempre di tessuto che inevitabilmente dopo un tot di tempo si sporca e si rovina ( in special modo durante la fase di imbarco bagagli in aeroporto ). Per non parlare del fatto che in caso di pioggia non sarebbe in grado di proteggere i vestiti all’interno.

Se avete voglia di dare un’occhiata a cosa propone il mercato potreste cercare ad esempio fra le varie proposte di valigie rigide carpisa cliccando su questo sito https://www.carpisa.it/it_it/valigie/trolley/valigeria-rigida/, dove potrete trovare davvero un grande assortimento: dalla valigia rigida grande alla valigia rigida piccola, dalla valigia rigida leggera e così via.

Avatar
Antonio Pinza

Quando avevo 3 anni volevo fare l’astronauta, oggi ho le idee molto meno chiare, ma d’altronde chi ha detto che bisogna avere un piano preciso? Nella vita ho “fatto” svariati lavori, praticato sport, viaggiato, letto e mangiato di tutto. Mentre continuo a perdermi nei meandri della mia esistenza scrivo su Vanilla Magazine.