Conrad Godly è il pittore che ha studiato le formazioni naturali delle montagne e le ritrae con una tecnica di pennellate di colore spesse e decise che riescono a rendere perfettamente la forza e la maestosità della natura. I commenti della critica sono entusiasti: “Godly spalma degli interi “carichi” di vernice sulla tela e poi li stratifica, li tira, li spinge insieme e li combina. La pennellata molto spesso non si asciuga completamente nello strato inferiore a quello superficiale, ma rimane sempre un po’ liquida, non diversa dal magma nella parte più interna della Terra, un’idea che trovo divina “.

In un certo senso, il lavoro dell’artista può essere considerato astratto perché non raffigura una singola e precisa montagna, riconoscibile nelle forme o nella morfologia della natura che la colonizza, ma rappresenta solo quello che è un pensiero, un ricordo o un’emozione che è dentro la mente dell’artista. Le pennellate curve e le ombre forti aggiungono una grande enfasi alla naturale forza riconosciuta alle formazioni montuose, e la creatività con cui questa montagne sono raffigurate rende la serie bellissima e affascinante!

 

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...