E’ ancora in vendita il castello rumeno del XIII° secolo che ispirò la fortezza presente in Dracula, il libro scritto da Bram Stoker nel 1897, comunemente conosciuta come il castello di Bran. La residenza storica e museo attrae oltre mezzo milione di visitatori ogni anno, e deve la sua fama proprio allo scrittore irlandese che ne decretò la popolarità con uno dei libri dell’orrore più famosi di tutti i tempi.

Castello Dracula 1

Anche se è ovvio che Vlad l’Impalatore, principe di Valacchia, non fosse un vero vampiro (ma non per questo meno “assetato di sangue”), è ancora più strano pensare alla popolarità di questa residenza, dato che non esiste alcuna prova che il nobile abbia mai abitato queste mura. Il castello fu occupato da diversi guerrieri e cavalieri nel corso della sua storia, prima di finire fra le mani degli Asburgo nel 1920. Nel 1948, a seguito della presa di potere delle forze guidate dall’Unione Sovietica Comunista, il castello venne espropriato, e divenne di pubblico dominio. Nel 2009 la fortezza tornò nelle mani degli eredi degli Asburgo, che oggi tentano di venderla perché ormai troppo avanti negli anni per continuare ad occuparsi del castello.

Castello Dracula 2

La richiesta degli eredi partiva nel 2014 da 66 milioni di dollari, una cifra certamente considerevole anche se plausibile di fronte alla storicità del luogo. Da 2 anni a questa parte però non si sono fatti vivi acquirenti, e la richiesta è crollata sino a 12 milioni di dollari, come riportato dal Financial Times a fine 2015.

Castello Dracula 3

Fonte: Travel & Leisure

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...