Molti di noi hanno familiarità con il concetto di “immerso nella Natura”, ma l’artista Orly Faya ci mostra un nuovo modo di interpretare questa (molto spesso) abusata espressione. Durante gli ultimi tre anni ha passato il proprio tempo nel disegnare i corpi di differenti modelli perché si immergessero visivamente all’interno del paesaggio circostante, per la sua serie chiamata “I paint People into the World”.

Orly Faya Dipinti 02

La descrizione che ha dato Orly a Bored Panda ci fa comprendere meglio scopi e ragioni del progetto:

Negli ultimi tre anni ho dipinto alcune persone per mettere in evidenza la nostra innata connessione con la Terra e tutto ciò che le concerne, perché, da un punto di vista molecolare, non vi è alcuna separazione tra i nostri pensieri, le nostre cose e noi stessi. Ho imparato molto nei miei ultimi 15 anni di viaggi, che mi hanno portato nel luogo in cui mi trovo a ora. Come esseri umani siamo molto diversi eppure, tutti collegati da questo filo conduttore: le nostre origini come creature della terra”.

Orly Faya Dipinti 01

Il Body Painting mi permette di accettare ogni pollice di carne umana come perfetto. Il Body Painting mi accoglie nei regni della vulnerabilità e della fiducia e mi insegna il rispetto, l’energia e la guarigione. Noi siamo l’energia che si manifesta come forma costante di un processo di ferita e guarigione. Veniamo dalla Terra e dalle Stelle,  in un processo di ferire e di guarigione. Veniamo dalla Terra come dalle stelle. Ogni molecola rappresenta infinite possibilità quindi dipingo le persone nel mondo e seguo il mio cuore e la fiducia nel mistero di questo viaggio“.

Orly Faya Dipinti 04

Orly Faya#4:

Orly Faya Dipinti 05

Orly Faya#5:

Orly Faya Dipinti 03

Orly Faya#6:

Orly Faya Dipinti 10

Orly Faya#6:

Orly Faya Dipinti 09

Orly Faya#7:

Orly Faya Dipinti 11

Orly Faya#8:

Orly Faya Dipinti 12

Orly Faya#9:

Orly Faya Dipinti 06

Orly Faya#10:

Orly Faya Dipinti 07

Orly Faya#11:

Orly Faya Dipinti 08

Sotto, il video di Orly Faya con alcune fasi della sua opera:

Fonte: Notable

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...