L’uomo d’affari australiano Clive Palmer ha rivelato i propri piani per il varo del ‘Titanic II‘ con la Blue Star Line, una ri-costruzione della nave di lusso originale che affondò nel 1912 a seguito di una collisione con un ice-berg nella parte nord dell’oceano atlantico. La realizzazione della nuova nave da crociera offrirà agli utenti la possibilità di vivere un viaggio in pieno stile “periodo edoardiano” attraverso gli stessi mari del nord della nave originale in un viaggio inaugurale da Southampton a New York nel 2016.

Il progetto si propone di mostrare e mettere in evidenza l’abilità artigianale, la creatività e la bellezza di una nava che fino ad oggi non è stata conosciuta a causa del limitato servizio operativo del Titanic del 1912. Costruito in memoria delle persone che purtroppo scomparvero ed ai sopravvissuti di quella gigantesca tragedia, la nuova nave avrà uno scafo saldato con una serie di motori diesel in luogo dell’originale vapore, l’elica di prua per una maggiore manovrabilità e una forma nuova della carena sotto la linea di galleggiamento che fornirà una maggiore stabilità ed efficienza nei consumi durante la marcia.

L’architettura interna è caratterizzata dalla completa ricostruzione di quella che fu una nave rimasta mitica per il lusso che proponeva, ma adeguata alla moderna tecnologia e composizione dei materiali. I sistemi di sicurezza saranno, come logico, i più avanzati del mondo per garantire ai passeggeri una sorte diversa da quella dei loro predecessori del secolo precedente.

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...