Adam Savage è un esperto di effetti speciali, più conosciuto per essere il co-conduttore di MythBusters-Miti da sfatare, un programma di divulgazione scientifica trasmesso da Discovery Channel. Il presentatore è anche un grande fan del regista Stanley Kubrick, così ha visitato, per tre volte, una mostra itinerante sui film del famoso regista, che comprende script, memorabilia e altro, impiegando un totale di 10 ore per osservare bene tutto il materiale esposto. E’ rimasto deluso dal fatto che il labirinto di siepi dell‘Overlook Hotel, il famosissimo albergo dove è ambientato il film horror del regista americano “Shining”, non fosse adeguatamente rappresentato, perché il modello architettonico presente in mostra non ricordava affatto quello che si vede nel film.

Questa cosa ha davvero infastidito Savage, e lo ha spinto a costruire un modello accurato del labirinto di siepi. Il progetto era impegnativo, perché il modello architettonico non compare molto a lungo nel film, ed è stato necessario ricorrere alle schermate di riferimento, per effettuare una ricostruzione accurata. Savage ha impiegato tre giorni per disegnare il progetto del labirinto, e poi ha iniziato la costruzione delle pareti esterne, che rappresentavano la parte più difficile. Successivamente ha lavorato dall’interno verso l’esterno, avvitando più di 24 metri lineari di siepi lungo il percorso. L’intera ricostruzione ha richiesto circa un mese di lavoro, e pare sia stato l’impegno più faticoso che Savage abbia affrontato di recente, ma la sua dedizione al progetto è stata ben ripagata: il labirinto entrerà a far parte della mostra itinerante che inizialmente lo ha affascinato, e andrà a sostituire il precedente modello impreciso.

Il modello del labirinto di Shining 04

Il modello del labirinto di Shining 05

Il modello del labirinto di Shining 01

Il modello del labirinto di Shining 06

Il modello del labirinto di Shining 07

Il modello del labirinto di Shining 08

Il modello del labirinto di Shining 09

Il modello del labirinto di Shining 10

Annalisa Lo Monaco
Annalisa Lo Monaco

Lettrice compulsiva e blogger “per caso”: ho iniziato a scrivere di fatti che da sempre mi appassionano quasi per scommessa, per trasmettere una sana curiosità verso tempi, luoghi, persone e vicende lontane (e non) che possono avere molto da insegnare.