L’artista Trina Merry utilizza il corpo umano delle modelle come una tela per tutti i suoi numerosi progetti dall’incredibile dote creativa. Dopo essersi trasferita a New York City dalla California, l’artista si è avventurata nella creazione di una varietà di paesaggi urbani che hanno trasformato il corpo di una serie di modelle in ponti, grattacieli, erba e palazzi perfettamente integrati con il paesaggio. L’arte di Trina è un mix fra fotografia e body painting, perché le composizioni realizzate con pennelli e colori non possono assumere valore se non vengono immortalate nell’attimo in cui sono perfettamente allineate con lo skyline alle spalle della modella.

Per riuscire a realizzare le sue opere, la Merry posiziona accuratamente le sue modelle di fronte ai paesaggi cittadini della Grande Mela e poi passa ore e ore a dipingerne le forme con un pennello e un aerografo, che copre la pelle con vernice ipoallergenica. Le sue opere hanno lo scopo di posizionare la forma umana all’interno dei paesaggi urbani facendo meglio comprendere la connessione che esiste fra uomo e paesaggio, fra forma e cemento, riportando la natura al centro dell’osservazione delle strutture che l’uomo stesso ha realizzato.

Trina Merry 1

Trina Merry 2

Trina Merry 3

Trina Merry 4

Trina Merry 5

Trina Merry 6

Trina Merry 7

 

Trina-Merry-23

Trina-Merry-45

 

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...