Uno dei fattori che contribuì a un significativo sviluppo della medicina fu certamente la fotografia. Grazie alla registrazione delle immagini si poterono documentare lesioni e malattie con precisione oggettiva, che venivano poi utilizzate da medici professionisti nel campo della ricerca e della documentazione clinica.

Sotto, Edward Estelle, 41 anni, amputato al braccio a seguito di un colpo di arma da fuoco che infettò la ferita e provocò la cancrena:

Prima delle fotografie venivano assunti degli artisti che ritraevano ciò che vedevano in ospedale. La fotografia medica iniziò il proprio corso durante gli anni ’40 del XIX secolo con Alfred Francois Donne, medico e batteriologo, che utilizzò una macchina fotografica per documentare ossa e denti.

Sotto, William A Donan, 26 anni, colpito da un’arma da fuoco:

Negli Stati Uniti Reed. B. Bontecou, medico newyorkese, iniziò a documentare i feriti della guerra civile americana, combattuta fra il 1861 ed il 1865. Oltre a curare i soldati ne faceva anche delle fotografie, documentandone le condizioni cliniche.

Sotto, Peter Strien, 21 anni, colpito durante la battaglia di Fort Stedman:

Bontecou documentò ferite, trattamenti, interventi chirurgici e ambiente di lavoro, con una precisione oggettiva. Il lavoro del medico fu fondamentale per riconoscere un enorme numero di vittime della guerra civile, e inoltre le immagini furono utilizzate dal ministero per determinare le pensioni dei reduci, in modo che le fotografie documentassero le effettive ferite dei soldati. Le fotografie divennero la fonte principale per la creazione dell’Archivio Otis presso il Museo Nazionale della Salute e Medicina di Washington.

Ludwig Kohn, 26 anni, colpito durante la battaglia di Gettysburg:

L’archivio Burns ha reso omaggio al medico nel 2011, con la pubblicazione del libro intitolato: “Shooting Soldiers: Civil War Medical Photography By Reed B. Bontecou”, disponibile su Amazon. Il volume contiene anche la biografia e la storia dell’illustre medico/fotografo.

Sotto, John H Bowers, 19 anni, colpito durante la battaglia di Petersburgh:

Moltissimi soldati furono grati a Bontecou, proprio a causa delle fotografie che egli scattò, proprio perché in questo modo riuscirono a ottenere la pensione da reduci.

Sotto, William Trefts, colpito durante la battaglia di Petersburgh:

Martin Restle, cui venne amputata una gamba in seguito a un colpo di pistola e alla cancrena seguente:

Sotto, Edward Estelle, 42 anni, cui fu amputato il braccio sinistro:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...