Oggi Tigri, Elefanti, Rinoceronti e Balene sono fra gli animali più grandi e possenti del nostro pianeta, ma prima di loro, chi furono i “Giganti” della Preistoria? Oltre i Dinosauri, estinti 66 Milioni di anni fa, nel periodo che va dall’ultimo T-Rex all’epoca odierna si avvicendarono sulla terra diverse bestie di proporzioni mastodontiche, più simili agli odierni animali ma di proporzioni decisamente più imponenti. Li scopriamo grazie a Patrick Aryee, un biologo che ha studiato all’Università di Bristol che, dopo gli studi, ha deciso di intraprendere una carriera nel campo della cinematografia con la BBC. Aryee è oggi il responsabile di una serie prodotta da Sky sugli enormi animali preistorici, in onda in questo periodo sulle televisioni inglesi. Per presentare la serie sono state realizzate una serie di grafiche che mostrano alcuni animali preistorici, ricostruiti grazie ai fossili ritrovati dai Paleontologi.

Amphimachairodus

L’Amphimachairodus è un antenato estinto degli attuali felini, dalle dimensioni simili a quelle di un leone ma dal peso e dalla stazza decisamente superiori. Vissuto dai 23 ai 5 milioni di anni fa circa, aveva un peso di 490 chilogrammi circa, che fa impallidire i 300 chili della Tigre Siberiana.

Arctotherium Angustidens

L’orso più grande di cui siano stati rinvenuti i fossili visse in Sudamerica fra gli 11 milioni e gli 11.000 anni fa circa. Alto circa un metro e ottanta a quattro zampe, poteva arrivare a pesare quasi 2 tonnellate, il doppio di un odierno Kodiak o Orso Bianco.

Megalania Prisca

L’antenato degli odierni Varani visse fra i 2,5 e i 40.000 anni fa circa, incontrando forse i primi colonizzatori dell’Australia. Era lungo sino a 7 metri e poteva pesare oltre 600 chilogrammi, ma le stime più ardite giungono a ipotizzare un peso di quasi 2 Tonnellate!

Il Gliptodonte, il Megatherium e i Phorusrhacidae

Il Megatherium fu un bradipo preistorico terricolo alto sino a 5,5 metri, autore probabilmente delle famose Paleotoca Brasiliane, mentre il Gliptodonte fu un parente (anche se alla lontana) degli attuali armadilli, di proporzioni immense, alto 1,5 metri e lungo 3. I Phorusrhacidae, “Uccelli del terrore” furono immensi uccelli alti sino a 3 metri, che razziavano le terre del Sud America.

Titanoboa

Il più grande serpente mai scoperto poteva raggiungere i 15 metri di lunghezza e la tonnellata di peso. Visse circa 60 milioni di anni fa in Sudamerica.

Gigantopiteco Blacki

I gigantopitechi furono un genere di scimmie estinto vissute fra i 9 milioni e i 100.000 anni fa. Potevano essere alte fino a 3 metri e pesare oltre mezza tonnellata, più grossi e pesanti degli odierni Gorilla.

Canis Dirus

Il Canis Dirus fu un canide vissuto sino a circa 10.000 anni fa tra Nord e Sud America. Grosso quanto un odierno lupo Grigio Occidentale, si cibava della Megafauna preistorica, e scomparve quando questa iniziò a finire sui piatti degli uomini primitivi.

Balena preistorica

Questa enorme balena preistorica aveva enormi denti acuminati e poteva raggiungere i 16 metri di lunghezza.

Deinotherium

Questo mammifero proboscidato assomiglia agli odierni elefanti, anche se le zanne sono posizionate in modo del tutto diverso. Visse fra i 15 e il milione di anni fa e poteva arrivare a pesare 14 tonnellate, facendone il terzo mammifero terrestre più grande mai vissuto sul nostro pianeta.

Carcharodon Megalodon

Il famoso “Megalodonte”, lo squalo più grande mai esistito, avrebbe ingoiato un uomo intero senza nessuno sforzo. Era lungo quasi 20 metri e poteva arrivare a pesare oltre 100 tonnellate, uno dei più incredibili predatori mai esistiti sul nostro pianeta. Si estinse circa 2,5 milioni di anni fa.

Dinocrocuta Gigantea

Risulta incredibile pensare a una Iena grande quanto una Tigre e pesante quanto tre Leoni, ma così doveva apparire la Dinocrocuta gigantea, che visse fra Asia e Africa durante il Miocene, dai 23 ai 5 milioni di anni fa e che pesava, per la precisione, oltre 1 Tonnellata.

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...