Il viaggo di Alexander Khimushin è iniziato ormai 8 anni orsono, e da allora lo ha visto viaggiare ai quattro angoli del pianeta per documentare l’infinita diversità culturale delle persone di tutto il mondo. Del suo viaggio, le persone sono la parte più interessante e sorprendente: “Sopratutto in quei luoghi remoti dove la cultura e le tradizioni sono una parte viva della società”. Il fotografo racconta che le diversità sono in via d’estinzione, sopratutto a causa della guerra, delle discriminazioni razziali, dell’emigrazione e, in fin dei conti, della globalizzazione senza controllo.

Essi perdono l’uso delle proprie lingue, delle tradizioni e, infine, della propria diversità dagli altri popoli. Dalla necessità di documentare i volti delle persone prima che scompaiano per sempre nasce “The World in Faces“, un viaggio intorno al mondo dove Alexander mostra le diversità culturali che prendono forma nell’estetica delle persone.

Khimushin continua a viaggiare e fotografare le persone provenienti dai più remoti angoli del mondo. Seguire con questo viaggio su Facebook.

Un componente della tribù Mam Maya di San Juan Atitan in Guatemala

alexander-khimushin-the-world-in-faces-03

Un giovane monaco Buddista Gelug del Monastero Diskit

alexander-khimushin-the-world-in-faces-04

Una ragazza della Tribù Hamer dell’Etiopia

alexander-khimushin-the-world-in-faces-05

Una ragazza della Tribù Ixil degli altopiani del Guatemala

alexander-khimushin-the-world-in-faces-06

Una donna della Tribù Wakhi in Afghanistan

alexander-khimushin-the-world-in-faces-07

Una ragazza della Tribù Shughnan delle Montagne Pamir

alexander-khimushin-the-world-in-faces-08

Una Bambina della Tribù Wakhi in Afghanistan

alexander-khimushin-the-world-in-faces-09

Un ragazzo Samoano

alexander-khimushin-the-world-in-faces-10

Un uomo della Tribù Bodi

alexander-khimushin-the-world-in-faces-11

Un  donna Ladakhi della Valle Nubra

alexander-khimushin-the-world-in-faces-12

Un uomo Sahrawi in Marocco

alexander-khimushin-the-world-in-faces-13

Un bambino Wakhi in Afghanistan

alexander-khimushin-the-world-in-faces-15

Una ragazza Hamer dall’Etiopia

alexander-khimushin-the-world-in-faces-16

Una ragazza Daasanach in Africa

alexander-khimushin-the-world-in-faces-17

Un’anziana Semeiskie in Siberia

alexander-khimushin-the-world-in-faces-18

Una Ragazza della Tribù Tofalar

alexander-khimushin-the-world-in-faces-19

Un ragazzo della Tribù Tofalar

alexander-khimushin-the-world-in-faces-20

Una ragazza della Tribù Mursi

alexander-khimushin-the-world-in-faces-21

Una ragazza della Tribù Oroqen in Mongolia

alexander-khimushin-the-world-in-faces-01

Una donna nella Valle Wakhan in Afghanistan

alexander-khimushin-the-world-in-faces-02

Il fotografo in Etiopia:

alexander-khimushin-the-world-in-faces-14

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...