L’arte e la moda sono mondi divisi da una sottile quanto impalpabile linea di demarcazione. A volte questa linea svanisce del tutto, e i colori e le forme dei dipinti diventano delle vere e proprie “tele” indossabili da modelle o proprietari. E’ il caso degli abiti realizzati da Svetlana Lyalina per il servizio fotografico di Marina Danilova, una coppia di creative russe che rendono famoso lo stile della parte più a Est dell’Europa.

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 01

Gli abiti, ma probabilmente sarebbe più indicato chiamarle “pitture”, sono dei veri e propri quadri su stoffa, indossati dalla modella Evgeniya per esaltarne le qualità artistiche. L’ambiente delle immagini, gli abiti stessi e la caratterizzazione delle ambientazioni sono volutamente barocche, con uno stile decisamente più ricco di colori e disegni rispetto a quello mainstream cui siamo abituati in occidente.

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 02

La serie, chiamata “Paint Me Over”, è stata realizzata all’interno dello studio/museo di Nikas Safronov, un artista russo di fama mondiale che reinterpreta i quadri classici con un moderno stile provocatorio. Viste le competenze messe in campo la combinazione fra arte, moda e fotografia di queste immagini è probabilmente a un grandissimo livello di creatività mondiale.

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 03

Abito#5:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 04

Abito#6:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 05

Abito#7:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 06

Abito#8:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 07

Abito#9:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 08

Abito#10:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 09

Abito#11:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 10

Abito#12:

Abiti Disegnati come un Quadro Marina Danilova 11

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...