Gli immigrati di Ellis Island tornano come Spettri negli edifici abbandonati di New York

In una mostra d’arte struggente realizzata a Ellis Island, nel 2015, alcune fotografie storiche ci tramandano i ricordi di quella che fu una delle epoche della più grande immigrazione di massa negli Stati Uniti, quando l’isolotto al largo di New York vide transitare dai suoi edifici oltre 12 milioni di persone, fra le quali anche moltissimi italiani che andavano in cerca di fortuna in America.

JR ricorda Ellis Island 1

Il famoso artista di strada JR ha ripreso alcune fotografie storiche stampandole in vinile, posizionandole all’interno dell’ospedale fra le finestre e le pareti della struttura che ospitò medici, infermieri e immigrati che, fra il 1892 e il 1954, transitarono da questo luogo. La mostra farà parte di un tour pensato e realizzato dall’organizzazione “Save Ellis Island“, dedicata a preservare e ricostruire il lato sud dell’isola.

JR ricorda Ellis Island 2

Le fotografie sono state installate fra 29 edifici abbandonati che funzionavano come un campus ospedaliero per il trattamento e la cura degli immigrati malati prima di rilasciarli ad una nuova vita sulla terraferma.

JR ricorda Ellis Island 3

La mostra, dal titolo Unframed – Ellis Island, dona un aspetto spettrale alle figure ritagliate, facendoci pensare a quanto i ricordi dei 12 milioni di immigrati che transitarono attraverso il porto di Ellis Island siano vivi ancor oggi.

JR ricorda Ellis Island 4Immigrati a Ellis Island#5:

JR ricorda Ellis Island 5Immigrati a Ellis Island#6:

JR ricorda Ellis Island 6

Immigrati a Ellis Island#7:

JR ricorda Ellis Island 7

Immigrati a Ellis Island#8:

JR ricorda Ellis Island 8

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.