Oggi realizzare fotomontaggi è un’operazione fra le più semplici in assoluto, basta un qualunque smartphone e un’applicazione dedicata e il volto di un amico finisce sul corpo di un coniglio o un gatto. Ma com’era il fotomontaggio prima di photoshop o le applicazioni di fotoritocco digitale?

Il Fotomontaggio prima di Photoshop 01

Il Metropolitan Museum of Art ha raccolto una serie fotografie scattate prima dell’era dell’alterazione digitale che presentano composizioni stravaganti. La serie di fotografie visualizzate per la mostra del museo di New York attira l’attenzione sul livello con il quale gli artisti dell’analogico hanno manipolato la fotografia fin dalla sua origine come un mezzo attraverso il quale raccontare ciò che ci circonda. La mostra è composta da quasi 200 immagini scattate tra il 1840 e il 1990.

Il Fotomontaggio prima di Photoshop 02

Le fotografie in mostra sono state modificati usando una varietà di tecniche, compresa l’esposizione multipla (che consiste in due o più immagini su di un unico negativo), la stampa combinata (la produzione di una singola stampa da elementi di due o più negativi), il fotomontaggio, la ridipintura, e il ritocco in negativo o durante la stampa. In ogni caso, il significato e il contenuto dell’immagine della macchina fotografica è stata significativamente trasformata durante il processo di manipolazione.

La mostra si è svolta nel 2013, queste le immagini:

Il Fotomontaggio prima di Photoshop 03 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 04 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 05 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 06 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 07 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 08 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 09 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 10 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 11 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 12 Il Fotomontaggio prima di Photoshop 13

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...