Gli smartwatch, gli orologi “intelligenti”, stanno conquistando una fetta sempre maggiore della attenzioni dei reparti sviluppo di grandi aziende come Sony, Samsung e, si vocifera, Apple. Il prodotto di Filip però è molto differente dagli obiettivi che stanno perseguendo le grandi aziende, e si concentra sul mercato degli accessori per bambini. Equipaggiato con il Wi-Fi, il modulo GPS e un modulo cellulare, è possibile tenere sempre sotto controllo la posizione dei propri bambini grazie all’applicazione dedicata sviluppata per iOS e Android. Oltre al controllo sulla posizione, il Filip consente di chiamare 5 numeri memorizzati sul telefono e di ricevere le chiamate, rispondendo parlando direttamente con l’orologio.

E’ presente inoltre un tasto “panico“, che effettua una chiamata ai numeri di emergenza locali, attiva l’applicazione sul telefono del genitore e attiva anche il registratore dello smartwatch. A livello tecnico, il gadget è stato realizzato per resistere a tutta una serie di sollecitazioni da “bambini” come le cadute, la polvere e l’acqua, in modo da non rompersi in nessuna occasione. Tutte queste caratteristiche rendono l’orologio non solo un dispositivo intelligente, ma anche un modo sicuro per tenere i propri figli sotto controllo e non dotarli di uno smartphone che consente di scaricare qualunque applicazione, anche a pagamento, e non offre nessuno dei dispositivi di sicurezza che invece il Filip integra in modo egregio. La disponibilità ed il prezzo non sono ancora stati comunicati, ma è possibile rimanere aggiornati tramite il sito ufficiale.

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...