Exbury: Casa galleggiante a forma di uovo

Lo studio di architettura SPUD ed il disegnatore Stephen Turner hanno collaborato per realizzare questa Exbury, una casa galleggiante a forma di uovo realizzata completamente in legno.  Un piccolo spazio vitale che sarà testato come un piccolo rifugio per realizzare una esperienza unica di studio dell’ambiente facendone completamente parte per un anno e non alterandolo in alcun modo. L’uovo è stato costruito con tecniche di costruzione normalmente utilizzate per le barche, mentre al suo interno vi si trova solo l’essenziale alla sopravvivenza. Un piccolo fornello, una doccia, una scrivania e un letto a forma di amaca la dotazione completa ma decisamente spartana di questa singolare imbarcazione.

L’elettricità viene incanalata mediante pannelli solari, e la filosofia costruita è quella della “lean, green and clean”, che significa, non letteralmente, “essenziale, verde e pulito”. L’unico abitante dell’uovo, l’artista Stephen Turner, trascorrerà un anno nella foce del fiume Beaulieu. La descrizione dell’esperienza da parte del team è emozionante: “Stephen è interessato a esplorare un rapporto più empatico con la natura che svela le cose preziose ed il trascendente nella vita di tutti i giorni. L’opera d’arte creata verrò dal lavoro dell’artista, sviluppata attraverso l’esperienza diretta per la comprensione dei cicli e dei processi naturali ed il rapporto dell’ambiente per le narrazioni dell’attività umana nel calendario senza fine della vita delle stagioni“. Per maggiori informazioni, questo il sito ufficiale del progetto.

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.