DJI è l’azienda produttrice di droni più famosa e popolare al mondo, sopratutto grazie alla sua serie Phantom, diventata sinonimo di drone economico pronto al volo dalle elevate potenzialità di ripresa. La multinazionale cinese ha presentato il nuovo Phantom 3 in due varianti Professional e Advanced, per soddisfare le cresciute esigenze tecnologiche dei dronisti di tutto il globo. I nuovi Phantom sono esteticamente quasi identici ai precedenti, ma le novità tecniche e tecnologiche dei piccoli quadricotteri sono sostanziali, offrendo nuove opportunità di ripresa e un livello di controllo del drone mai visto prima.

La forma dei due droni Advanced e Professional è uguale, ma è possibile riconoscerli grazie alla differente colorazione delle due strisce sui bracci di sostegno ai motori. Per entrambi la dotazione di serie è decisamente generosa e comprende:

  • Gimbal a tre assi
  • Autonomia di 23 minuti
  • Live streaming su Youtube fino a 2 chilometri di distanza
  • Ricezione satellitare GPS a 10 punti e utilizzo del sistema GLONASS
  • Nuova applicazione per Android e iOS
  • Fotocamera/videocamera con f/2.8 e angolo visuale di 94°
  • Doppia fotocamera rivolta verso il basso per l’hovering in zone non coperte da GPS

Miglioramenti Hardware

I droni sostanzialmente migliorano un prodotto che, sulla carta, era già decisamente avanzato, uno standard cui si sono rifatti tutti i produttori di quadricotteri (in ultimo Syma con l’X8C) per realizzare un sistema affidabile, senza fronzoli ma dalle elevate potenzialità. La precisazione sulla carta si rende necessaria perché sono stati in tanti i dronisti che hanno lamentato molti problemi con il Phantom, alcuni perdendolo nel cielo, altri assistendo a rovinose cadute senza motivo o che non sono stati più in grado di ritrovare il drone, nemmeno con il tasto Return To Home (ritorno al punto di partenza). DJI ha sicuramente investito moltissimo nello sviluppo e nel perfezionamento del software di controllo, che è ora supportato anche da specifiche tecniche più elevate, sopratutto lato GPS.

Una novità importante per quanto riguarda l’hardware è la doppia fotocamera rivolta verso il basso, già vista sull’Inspire One, che consente di mantenere la posizione anche in caso di assenza o perdita del segnale GPS. La novità è molto interessante sopratutto per gli operatori video che lavorano in spazi chiusi, dove il segnale dei satelliti non può raggiungere il drone, e che hanno bisogno di mantenere il drone in posizione per filmare un evento (pensiamo ad un campo da basket o simili).

DJI Phantom 3 3

DJI Phantom 3 2

La videocamera

Se il drone sembra essere sostanzialmente simile dal punto di vista delle qualità di volo, la videocamera per i due modelli Professional e Advanced offre potenzialità diverse. Per il drone professionale la risoluzione è 4K a 30 fps, mentre per il drone economico la risoluzione massima è Full HD. Anche se può sembrare una differenza da poco, la parola che identifica i nuovi livelli di “professionalità” per gli operatori video è, appunto, 4K, e quindi la differenza di prezzo e di denominazione è ampiamente giustificata.

L’angolo visuale per entrambi è di 94°, sensibilmente inferiore a quello offerto da una GoPro a massima apertura, ma sufficiente a realizzare riprese aeree con un’area ampia area di ripresa. L’apertura f/2.8 consente di effettuare riprese anche in condizioni di scarsa luminosità come quelle serali o all’alba, ma il vero punto di forza della dotazione di serie del drone è certamente il gimbal a 3 assi, un accessorio che il dronista è abituato a comprare in separata sede a costi non certo da svendita.

DJI Phantom 3 5

DJI Phantom 3 4

Il radiocomando

L’aggettivo con cui si può definire il sistema di controllo di DJI è certamente “Minimale”, e l’azienda è riuscita a realizzare una radio universale per i propri droni di alto livello ergonomico e dall’elevata semplicità d’uso. Nella parte frontale ci sono solamente i due stick e il tasto return to home, mentre le levette azionabili con gli indici consentono di direzionare il gimbal a tre assi, i controlli di ripresa della fotocamera e poco altro, rendendo l’essenziale disponibile con facilità fornendo al contempo il pieno controllo del drone e della sua fotocamera all’operatore.

DJI Phantom 3 7

DJI Phantom 3 6

Software

Punto di forza del nuovo DJI Phantom 3 è anche la possibilità di offrire la copertura LIVE di un evento su Youtube. Questa possibilità consentira a chi fa delle riprese in streaming il proprio mestiere di seguire un evento trasmettendolo sul proprio canale, un’opportunità finora disponibile soltanto in droni professionali decisasamente più costosi. La nuova App per Android e iOS offrirà anche una modalità di modifica rapida dei filmati, permettendo al dronista di non trasferire tutto il materiale sul computer e poi inviarlo a Youtube ma di effettuare tutte le operazioni in loco, accorciando di molto il tempo di pubblicazione.

DJI Phantom 3 8

Prezzi e considerazioni

I due droni vengono venduti a partire da 999 euro per la versione Advanced e a partire da 1250 per la versione professional. Se non si tratta di prezzi in assoluto bassi per un drone radiocomandato, si tratta di un costo semplicemente impensabile sino a poco tempo fa per un sistema di riprese aeree con tali potenzialità. DJI ha rinnovato un prodotto già decisamente completo, andando ad offrire ai professionisti un motivo in più per scegliere un drone economico. Se la fotocamera non è paragonabile a reflex professionali è comunque sufficiente per effettuare riprese aeree di buona qualità, magari mandandole in onda direttamente su Youtube. L’innovazione dell’azienda cinese è stata comunque ponderata, puntando a non stravolgere un prodotto che è diventato sinonimo di drone radiocomandato.

I DJI Phantom 3 sono già disponibili in sconto su Bangood

Specifiche tecniche in breve DJI Phantom 3 Professional:

  • Video 4K fino a 30FPS (disponibili anche i 24,25fps)
  • Fotografie 12 megapixel
  • Obiettivo Fisheye con f / 2.8
  • Campo visuale 94°
  • Lightbridge Digital Video FPV
  • Sistema di controllo di volo migliorato
  • Sistema GPS migliorato in grado di ricevere satelliti GLONASS
  • Doppia fotocamera orientata verso terra per il mantenimento della posizione anche in luoghi senza GPS (es. edifici chiusi)

Specifiche tecniche in breve DJI Phantom 3 Advanced:

  • Riprese video a 1080P fino a 60FPS
  • Fisheye con obiettivo f/2.8
  • Campo visuale di 94 gradi
  • Nuovo Lightbridge Digital Video FPV
  • Migliorato il sistema GPS in grado di ricevere satelliti GLONASS
  • Sistema di controllo di volo aggiornato
  • Doppia fotocamera orientata verso terra per il mantenimento della posizione anche in luoghi senza GPS (es. edifici chiusi)
  • $ 999 o $ 1099 (include una batteria supplementare)

Il video di presentazione completo:

Filmati di Footage con il DJI Phantom 3:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...