Roma è una città antica e i suoi popoli hanno fatto la storia del mondo per come la conosciamo oggi. Per questo motivo è importante scoprire chi erano i popoli pre-romani e cosa hanno fatto per arrivare al popolo che conosciamo noi, oggi.

Fotografia di Mathew Schwartz di pubblico dominio via Unsplash:

Ovviamente era un tipo di divertimento molto lontano da quello odierno, legato al banchettare e ben distinto da quello per adulti del periodo attuale.

Oggi le persone si divertono con telefoni e computer, magari giocando online e scommettendo con qualche macchinetta videoludica. Se non conosci questi giochi, è un argomento che puoi approfondire in questo articolo.

Dopotutto si farebbe un errore a pensare che la civiltà Romana sia nata senza una storia o un percorso e molte culture, durante il periodo del bronzo, neolitico ecc., hanno contribuito al rendere questo popolo quello che era.

Grazie a questa storia, il popolo romano è diventato quello che è conosciamo tutti e che ha saputo conquistare mezza Europa, portando l’orgoglio di Roma in lungo e in largo su tutto il territorio.

In questo articolo andremo a scoprire qualcosa su questi popoli cercando di capire chi sono stati e cosa hanno fatto per rendere i Romani quello che erano.

Un popolo chiamato Cardium

Una delle civiltà che sono state tra le prime a comparire in Italia è senza ombra di dubbio quella dei Cardium, una civiltà molto legata all’uso e alla lavorazione della ceramica, come succedeva spesso coi popoli che si insediavano in Italia.

La loro comparsa si aggira intorno al neolitico ed era presente un po’ in tutta Italia, con gran concentrazione nelle cose, dove, in alcuni luoghi, le decorazioni sono ancora presenti a distanza di migliaia di anni. Molte di queste si possono ancora vedere nelle coste Liguri, in buono stato di conservazione.

Fotografia di Matteo Rimoldi di pubblico dominio via Unsplash:

Questa cultura è molto antica e le loro decorazioni erano facilmente riconoscibili da quelle di altri popoli. Arrivarono anche sulle isole Italiane e anche in buona parte della Spagna. Insomma, una vera e propria presa sul territorio europeo.

Questo popolo dei Cardium era anche un popolo navigatore, composto da marinai capaci data la loro presenza, soprattutto sulle coste. Pochi popoli conoscevano il mare come i Cardium e, sicuramente, le loro conoscenza dei mari hanno aiutato la storia del popolo Romano ad essere quella che è stata.

C’era un popolo chiamato Terramare

Parlando di tecnologia, probabilmente non ci si aspetta di trovare un popolo che ha vissuto migliaia di anni fa. Eppure i Terramare sono stati tra i popoli più evoluti tecnologicamente nel nostro territorio, nonostante il periodo storico in cui abitavano la penisola italiana. Questo popolo ha creato tantissime innovazioni tecnologiche usate poi dai Romani.

Questo popolo è nato intorno alla zona della pianura padana, in quanto, la terra coltivabile, era molto ricca in queste zone ed ha permesso loro un rapido sviluppo. In questo luogo si sono trovati resti di oltre 60 villaggi, i quali hanno potuto darci alcune nozioni su quella popolazione anche dopo migliaia di anni.

Uno dei pregi di questo popolo era sicuramente la lavorazione dei metalli e del bronzo, non molto comune tra gli altri popoli nel tempo. Per questo motivo, guardando ai ritrovamenti dei Terramare, non è stato trovato quasi nessun utensile in pietra. Tutto veniva fatto in ferro o bronzo.

I loro villaggi venivano generalmente fatti a maglia stretta, ovvero a distanza di non più di due chilometri l’uno dall’altro, in modo da difendersi meglio dai nemici. Purtroppo questa civiltà scomparse per ragioni economiche quasi completamente.

Una lunga evoluzione fino all’epoca romana

Traccia, seppur piccola di queste culture, può essere trovata in quella romana nei secoli successivi.

Dopotutto, la storia ci insegna che qualsiasi cultura è tale grazie al passato del luogo in cui si è sviluppata.

Lo stesso vale per il popolo romano, divenuto quello che è grazie all’influenza dei Cardium, dei terramare e di tutti i popoli di inferiore fama che li hanno accompagnati.

Ce ne sarebbero ovviamente decine da nominare in quanto, la storia del popolo romano, è stata caratterizzata da tantissimi popoli diversi.

Avatar
Antonio Pinza

Quando avevo 3 anni volevo fare l’astronauta, oggi ho le idee molto meno chiare, ma d’altronde chi ha detto che bisogna avere un piano preciso? Nella vita ho “fatto” svariati lavori, praticato sport, viaggiato, letto e mangiato di tutto. Mentre continuo a perdermi nei meandri della mia esistenza scrivo su Vanilla Magazine.