Clownville: la serie fotografica Horror di Eolo Perfido

Dopo John Wayne Gacy, il serial killer chiamato Pogo il Clown, che violentò e assassinò un minimo di 33 persone, il mondo dei Clown non è stato più lo stesso. A lui si ispirò Stephen King nell’ideare la storia con Pennywise, il clown/mostro di IT, e da allora il cinema horror ha utilizzato a più riprese il pagliaccio per incunearsi fra le paure degli spettatori. La serie fotografica di Eolo Perfido, un fotografo italo/francese di fama internazionale, è la sintesi formato fotografia della storia del clown: cupo, problematico e, a volte, minaccioso.

La sua Clownville nasce dal cinema e dal fumetto d’autore, dai miti del muto come Buster Keaton e Charlie Chaplin, ma interpreta in senso odierno la comicità, che a tratti è ridicola, altre volte solo impacciata, a volte involontariamente erotica, ma molto più spesso è semplicemente inquietante. Dalla serie, ancora in fase di completamento, potrebbe nascere un libro e una mostra, ma già oggi quello che possiamo fare è ammirare la costruzione di personaggi assurdi, privati della propria identità con una maschera, che mostrano l’essenza e le controversie dell’uomo moderno. Apostrofando Oscar Wilde:

Datemi una maschera  e vi dirò la verità

Per maggiori informazioni e per conoscere tutta l’eccellente opera di Perfido questo il link al sito ufficiale.

clownville eolo perfido 1clownville eolo perfido 3clownville eolo perfido 2clownville eolo perfido 4clownville eolo perfido 5

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...