Nel 1940, nella città di Columbus, in Ohio (USA), aprì un locale a tema horror, chiamato Catacombs Nightclub. Secondo la pubblicità, doveva trovarsi a 90 metri sottoterra, e gli ospiti, in arrivo per una notte di divertimento, entravano in un ascensore che brontolava e si scuoteva, per simulare la discesa in un sotterraneo. In realtà, l’ascensore non si muoveva affatto: il club si trovava al piano terra.

Catacombs Nightclub 2

Questo era il primo dei molti scherzi giocati dal Catacombs ai suoi ospiti. Mentre oggi i locali a tema horror sono all’ordine del giorno, il Catacombs Nightclub era l’unico del suo genere in quegli anni. I dipendenti del Club adornavano le pareti del Night con numerosi teschi artificiali (alcuni anche veri), scheletri e bare. C’erano ragnatele appese al soffitto, porte e catene che sferragliavano sulle pareti sepolcrali, e si udivano risuonare grida umane.

Catacombs Nightclub 3

Emblematico dei cambiamenti nella cultura popolare degli Stati Uniti, attirava gli abitanti del Midwest, che facevano la fila per una notte di divertimenti incentrata su scherzi macabri e una generica irriverenza verso i morti.

Catacombs Nightclub 4

Il club generò così tanto interesse che il LIFE Magazine inviò il fotografo Ralf Morse per realizzare un servizio fotografico. Le immagini di Morse servirono a spiegare il perché del successo del Catacombs: “immediato e immenso”.

Catacombs Nightclub 5

Il 23 settembre del 1940 il LIFE scrisse: “L’imminenza della morte ha ispirato a molti un sonetto, un’elegia o un’ode, ma raramente ha ispirato un impresario di nightclub.”

Ma non tutti condividevano l’entusiasmo per il club. Un lettore di LIFE ebbe a dire: “Che tipo di menti perverse e decadenti, che tipo di persone, riescono a trovare piacere nel farsi beffe delle ossa di coloro che sono morti prima di loro? Anche loro devono passare attraverso le porte scure della Morte. Il cattivo gusto e la volgarità sordida hanno raggiunto il loro punto più basso a Columbus, Ohio.”

Catacombs Nightclub 6

Anche se l’articolo di LIFE e le fotografie di Morse hanno reso il Catacombs Nightclub immortale, almeno sulla carta, i proprietari chiusero il club meno di un anno dopo, nel luglio del 1941, ma il motivo reale della chiusura rimane un mistero.

Annalisa Lo Monaco
Annalisa Lo Monaco

Lettrice compulsiva e blogger “per caso”: ho iniziato a scrivere di fatti che da sempre mi appassionano quasi per scommessa, per trasmettere una sana curiosità verso tempi, luoghi, persone e vicende lontane (e non) che possono avere molto da insegnare.