“Bloom”: 28.000 Fiori invadono l’Ospedale Psichiatrico di Boston

“Bloom” fu un progetto realizzato da Anna Schuleit Haber, artista tedesca, che posizionò nell’ospedale psichiatrico di Boston circa 28.000 fiori su una superficie di oltre 520 metri quadrati. L’opera aveva uno scopo preciso: segnalare la persistente assenza di fiori negli ospedali psichiatrici, una mancanza che l’artista interpreta come terribile per la salute dei pazienti. L’ospedale, ufficialmente il Massachusetts Mental Health Center, fu aperto dal 1912 sino al 2010, quando venne demolito e trasferito in altra sede.

I fiori furono sistemati fra le sale dell’ospedale, suscitando lo stupore dei visitatori. Dopo esser stati esposti per quattro giorni, vennero regalati ai membri della comunità di Boston. Di loro si ha il ricordo delle fotografie, significative per comprendere appieno quanto alcuni luoghi, anche i più inusuali, possano diventare stupendi con un tocco di natura colorata.

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...