Con il BionicKangaroo Festo è riuscita a riprodurre il movimento di un canguro con un robot ad altissima tecnologia, che immagazzina l’energia che viene recuperata nella fase calante del salto, quando mette le zampe a terra, e la recupera nel salto successivo. In questo canguro artificiale, Festo combina la tecnologia pneumatica ed elettrica per la produzione di un sistema altamente dinamico. Un complesso sistema di controllo ad alta tecnologia assicura stabilità durante il salto e l’atterraggio.

06_BionicKangaroo_00223_500px

I materiali leggeri impiegati consentono di gestire tutta la fase del processo del salto con una bassa energia, ed il controllo del robot avviene mediante i gesti. Il robot è dotato di due compressori, uno che immagazzina l’energia recuperata e un’altro che consente il movimento del salto. Anche se si tratta di una sperimentazione forse fine a se stessa, questo tipo di robot riesce a riprodurre un sistema di movimenti di alta complessità utilizzando una bassissima scorta di energia, grazie al recupero parziale di quella impiegata.

04_BionicKangaroo_00074_500px

05_BionicKangaroo_00354_500px

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...