Giovanna Francesconi

Amo la storia, e le storie dietro ad ogni persona o oggetto. Amo le cose antiche e non solo perché ormai ne faccio parte pure io, ma perché la verità è la figlia del tempo.

Il Destino dolceamaro delle Spose di Guerra

Innumerevoli sono le storie d’amore nate durante le guerre fra i soldati, amici o nemici che fossero, e le donne di paesi stranieri, e innumerevoli i figli nati da queste storie. Non…

Cristiano di Danimarca: il Suocero d’Europa

Negli ambienti di appassionati di dinasti nobiliari la Regina Vittoria viene ancor oggi soprannominata la “nonna d’Europa”, mentre il re di Danimarca Cristiano IX viene invece chiamato il “suocero d’Europa”. Curioso pensare…

Le mogli, le amanti e le favorite di Luigi XIV

L’argomento è un po’ frivolo, ma in fondo le donne potevano influenzare notevolmente i sovrani e ricavarne prestigio, potere e ricchezza e facevano di tutto per entrare nelle grazie del re. Luigi…

Curzio Malaparte: l’Ossimoro Vivente

“Ossimoro vivente” così Curzio Malaparte fu definito da Marcello Veneziani. Un uomo che era una contraddizione in termini. Le sue idee non erano catalogabili, rifiutava un’ideologia, non accettava tutto il pacchetto preconfezionato…

Via Col Vento: le controversie di un film amato e odiato

Nella classifica dei film statunitensi più amati di sempre “Gone with the wind” è ai primi posti ormai da moltissimo tempo. Quarto nella classifica del 1988, sesto in quella del 2007, l’età…

Doris Duranti: l’Orchidea Nera del ventennio Fascista

La diva dei telefoni bianchi, bella di una bellezza unica, i suoi tratti particolari le davano un’aria aggressiva, soprannominata l’Orchidea nera, innamorata di uno dei personaggi più famosi del fascismo come Claretta…

Gottfried Lübeck: l’umanità oltre gli Ordini di Guerra

La guerra è violenza e morte ma ci sono storie umane bellissime, quasi sconosciute, e una di queste accadde a Case Balocchi, sull’Appennino Reggiano, nell’agosto del 1944. Nella lotta contro i partigiani,…

Genova 1971: il Caso di Milena Sutter

Sono passati esattamente 50 anni dal caso che tenne l’Italia col fiato sospeso, non si parlava d’altro, prima per il rapimento e per la mancanza di notizie di Milena, poi con l’orrore…