Il fotografo turco Eray Eren ha realizzato una serie di ritratti con tre immagini distinte, che mostrano come il nostro viso sia naturalmente differente nella sua parte destra e sinistra. La serie è contemporanea a quella di Alex John Beck, di cui abbiamo parlato in un precedente articolo, ma che mostrava solo due immagini del volto, duplicando la parte destra e sinistra. Eren approfondisce la questione della simmetria con una serie di fotografie in bianco e nero che mostrano in modo ancora più evidente come l’asimmetria fra le parti del viso si sviluppi in modo naturale, creativo come solo la natura riesce a fare.

erayerenasymmetry6

Il progetto, intitolato Asimmetrico, offre un risultato molto visivo sia per l’esplorazione dei concetti di bellezza umana che per la genetica del nostro corpo. Ogni persona ha molteplici caratteristiche sul proprio volto che non sono equilibrate, ma che nel contesto della visione complessiva del viso non risultano asimmetriche, ma caratterizzano la bellezza di ogni individuo. Interessante notare come, se si prendono per buoni i due volti simmetrici, risultino oggettivamente meno belli di quello al naturale, sintomo che la simmetria perfetta non è una caratteristica fondamentale per la bellezza.

erayerenasymmetry1

erayerenasymmetry2

erayerenasymmetry3

erayerenasymmetry4

erayerenasymmetry5

erayerenasymmetry7

erayerenasymmetry8

erayerenasymmetry9

erayerenasymmetry11

erayerenasymmetry12

erayerenasymmetry13

erayerenasymmetry14

 

Categorie: Fotografia

Matteo Rubboli

Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...