Artists Unframed: gli scatti privati di artisti che hanno cambiato la storia

Il lavoro di curatrice che Merry A. Foresta ha fatto in campo fotografico è stato enorme: ha istituito il dipartimento di fotografia all’American Art Smithsonian Museum, e dal 2000 al 2011 è stata la direttrice delle Iniziative per la Fotografia allo Smithsonian Museum stesso. Il suo lavoro di ricerca e pubblicazione è rivolto spesso al mondo dell’arte. Negli ultimi anni ha raccolto istantanee di famosi artisti di fama mondiale, dagli archivi dello Smithsonian Museum. Le fotografie riprendono i personaggi in momenti della loro vita quotidiana, in un ambiente familiare, quando non erano in posa per servizi fotografici ufficiali, ma stavano semplicemente vivendo la loro vita. Più di 100 di queste immagini si possono ammirare in un nuovo libro di foto dal titolo Artists Unframed (Artisti senza Cornice).

Artist Unframed è disponibile su Amazon

Sulle pagine del libro si possono riconoscere, tra gli altri, Jackson Pollock che taglia un tacchino, Una Hanbury che scolpisce un busto di Georgia O’Keeffe, John Lennon che abbraccia Yoko Ono e Andy Warhol, Picasso sorridente su un balcone con la figlia Maya. Una piccola annotazione scritta da una mano ignota proclama che Picasso ne è “molto innamorato.”

Il libro accattivante rivela un aspetto poco conosciuto di questi artisti, che sono stati amati e osannati per decenni, aprendo uno scorcio sulla loro vita, quando non erano in posa davanti agli occhi del pubblico. Mostrando queste foto private, Foresta spera di umanizzare sia gli individui raffigurati, sia l’immagine sfuggente che generalmente dà di sé un artista.

In copertina: Lee Krasner e Jackson Pollock

Ritratti senza cornice di M. Foresta 01

Annalisa Lo Monaco

Lettrice compulsiva e blogger “per caso”: ho iniziato a scrivere di fatti che da sempre mi appassionano quasi per scommessa, per trasmettere una sana curiosità verso tempi, luoghi, persone e vicende lontane (e non) che possono avere molto da insegnare.