Api e regine: la storia incredibile delle api

Qui racconteremo una vera storia, dove siamo noi protagonisti e il lieto fine dipende anche da noi. Le api hanno svolto un ruolo cruciale nel mantenimento della biodiversità e dell’ecosistema fin dall’antichità. Il loro mondo è governato da regine la cui longevità e saggezza superano di gran lunga quelle delle loro suddite, creando un affascinante parallelismo con la storia umana e la nostra relazione con il tempo e la natura.

La longevità straordinaria delle regine api

Una regina ape può vivere fino a 5 anni, un periodo significativamente lungo se paragonato alla vita di 30-60 giorni delle api operaie. Durante la sua vita, una regina può assistere fino a 60 generazioni di api operaie, un fenomeno che, se trasposto in termini umani, equivale ad avere una guida che vive 1500 anni più di noi. Questa longevità straordinaria conferisce alla regina un’autorità e un rispetto incommensurabili all’interno dell’alveare che in onore al lei produce il suo prezioso miele.

L’importanza delle api nella storia

Per questo motivo, fin dall’antico Egitto, l’importanza delle api è stata riconosciuta e celebrata, in opere, sculture e bassorilievi. Gli egiziani veneravano le api per il loro ruolo nell’impollinazione e nella produzione di miele, essenziale per la loro dieta e medicina. Questa comprensione del ruolo delle api si è estesa attraverso varie civiltà e epoche, sottolineando la loro importanza nella biodiversità e nell’agricoltura.

Le api e la biodiversità

Le api sono impollinatori fondamentali, responsabili della sopravvivenza di molte piante e della produzione di cibo. Circa un terzo del cibo consumato dagli esseri umani dipende dall’impollinazione delle api. La loro attività assicura non solo la varietà alimentare ma contribuisce anche alla salute dell’intero ecosistema. Senza l’aiuto delle api l’umanità avrebbe gravissimi problemi di sopravvivenza.

La crisi delle api

Nonostante la loro importanza, le api sono attualmente a rischio a causa del cambiamento climatico, dell’uso diffuso di pesticidi e della perdita di habitat. Nel 2024 la Commissione e Europea ha prorogato fino al 2033 uso dell’erbicida glifosato: che oltre a minacciare la vita delle api è, come si evince dai comunicati della Fondazione Veronesi, probabilmente cancerogeno per la salute umana. Questa crisi non solo minaccia la biodiversità, ma ha anche gravi implicazioni per la sicurezza alimentare globale.

Il fenomeno della sciamatura

Nell’alveare, la regina è al centro di ogni decisione. Quando un alveare diventa troppo popolato o la regina invecchia, si verifica un fenomeno naturale noto come sciamatura. La frequenza del ronzio delle api varia da 10 a 1000 Hz, e la regina dialoga con il proprio alveare proprio cambiando la frequenza del ronzio che si ripercuote in tutto l’alveare. Ad una certa frequenza, la regina lascia e comanda di lasciare l’alveare a metà delle api operaie per fondare un nuovo alveare. Questo atto di scissione e rinnovamento è cruciale per la sopravvivenza e l’espansione delle popolazioni di api.

La saggezza delle regine api

La saggezza di una regina, maturata attraverso innumerevoli generazioni, è fondamentale per la stabilità dell’alveare. La sua capacità di guidare e sostenere l’alveare attraverso vari cicli di vita e stagioni rappresenta un esempio di resistenza e adattabilità. La regina, con la sua esperienza che supera di gran lunga quella di qualsiasi ape operaia, è un simbolo di continuità e resilienza.

L’importanza della tutela delle api

Per proteggere le api, è fondamentale adottare pratiche agricole sostenibili, ridurre l’uso di pesticidi nocivi e creare ambienti favorevoli per loro. Inoltre, la sensibilizzazione pubblica sulla loro importanza e il sostegno alla ricerca scientifica sono passaggi cruciali per garantire la loro sopravvivenza.

Azione collettiva per la salvaguardia delle api

Ogni individuo può contribuire alla tutela delle api, dalla scelta di prodotti agricoli sostenibili alla coltivazione di piante amiche delle api. Le comunità possono promuovere la creazione di habitat urbani favorevoli e supportare le iniziative locali per la protezione delle api.

Il lavoro delle api è talmente valorizzato che molte chiese, come la Chiesa di San Michele a Grimaud in Francia, hanno integrato sciami di api nelle loro strutture. A Grimaud, per proteggere due sciami di api nel muro della chiesa dagli attacchi dei calabroni asiatici, il Comune ha installato gabbie speciali. Questo esempio sottolinea come il ruolo delle api sia considerato sacro e essenziale, tanto da essere custodito e protetto anche in luoghi di culto, riflettendo un profondo rispetto per questi insetti vitali per l’ecosistema. 

Il progetto Bee2Bee per la tutela delle api

Le api, guidate dalle loro sagge regine, sono state custodi del tempo e della natura per millenni. Oggi ci sono varie associazioni che si occupano della cura salvaguardia delle api: Bee2Bee.it è l’unica che offre come ricompense sia miele che semi melliferi. Inoltre, se doni almeno 10 euro riceverai il primo certificato ci seminatore o seminatrice mellifera, mentre mano a mano che doni di più riceverai dei certificati sempre di maggiore importanza. 

Il presidente Edmondo Jonghi Lavarini e la vicepresidente Miriam Gilardi garantiscono che i fondi di raccolta siano destinati a quattro macro aree di interesse. 1.RICERCA: ricerca e sviluppo per studiare le api e sviluppare soluzioni innovative per la loro salvaguardia; 2.FORMAZIONE: programmi di formazione e sensibilizzazione per apicoltori, agricoltori, studenti e pubblico; 3. SUPPORTO: supporto diretto agli apicoltori attraverso sovvenzioni e incentivi per pratiche sostenibili; 4 CONSERVAZIONE: conservazione degli habitat, creando aree protette e ripristinando habitat. Questi sforzi collettivi mirano a massimizzare l’impatto delle donazioni e a garantire un futuro migliore per le api e l’ecosistema.

Bee2Bee.it farà tesoro delle donazioni in vari progetti e se vuoi saperne di più in questa pagina spiega come utilizza i fondi.

DONARE e CONDIVIDERE

Donando a Bee2Bee.it, i singoli cittadini possono aiutare a supportarci ricevendo semi melliferi, miele e un certificato che testimonia l’impegno presto. In più le aziende possono dare un importante valore aggiunto alla propria mission aziendale: che senso ha lavorare e produrre se il mondo va a rotoli. Chi sostiene Bee2Bee.it vuole condividere un importante messaggio di sostenibilità ambientale. Per maggiori dettagli e per contribuire, si può visitare il sito di Bee2Bee.it.


Pubblicato

in

da