7 Cibi Italiani “Maltrattati” all’Estero

Dopo il celebre “Carbonara gate” che ha fatto scaldare gli animi degli italiani, vediamo ora altri piatti nostrani umiliati in giro per il mondo (che faranno piangere le nostre nonne).

1 – Spaghetti in lattina

spaghettilatta

Gli spaghetti in latta (o in tubi di plastica molliccia) sono davvero comuni in Nord Europa. Infatti sono magri perché dopo due forchettate lasciano perdere e buttano via tutto.

2 – Salsa al pomodoro e Mascarpone

tomatomascarpone

I condimenti strani chiamati “italiani” secondo qualche sconosciuto criterio sono numerosi. Ci chiediamo, ad esempio, se questa salsa pomodoro e mascarpone sia per le penne o i savoiardi.

3 – Spaghetti al Ketchup

spaghettiketchup

Credevo che gli spaghetti al ketchup rientrassero nella categoria delle leggende metropolitane ma mi sono dovuta ricredere: ci sono addirittura i tutorial su come poter ricreare questo piatto incredibile e sofisticato.

4 – Pasta al Pollo

pastapollo

Bisogna ammettere che gli staunitensi sono bravi in tante cose. Eppure ogni volta che vedo qualche chef italo-americano che cucina pasta con il pollo mi viene da piangere. E lo fanno molto, molto spesso.

5 – Tramezzini Lasagne

tramezzinolasagna

Non sono in grado di commentare il tramezzino – lasagna distribuito dalla rispettabile catena inglese Tesco. Non me la sento, davvero.

6 – Pizza all’Ananas

pizzaananas

Chiunque abbia messo piede fuori dall’Italia lo sa: nel menù delle pizzerie troverai SEMPRE la fantastica combo ananas e prosciutto cotto. Rientra tra le preferite di Germania, Olanda, UK e possiamo garantire che non è nemmeno la peggiore. Immaginate il resto.

7 – Espresso aromatizzato in bottiglia

coffeemate

Il caffè non è prodotto prettamente nazionale ma l’espresso lo è, a gran voce. Pulito, nero, semplice. Invece il mondo lo ama dolce, aromatizzato, pasticciato, con cannella, alla vaniglia, al cocco e perché no, anche già pronto sullo scaffale del super… da consumare freddo.

Cosa ne pensate, dunque? Conoscete altri orrori culinari? Avete rimembranze di terribili pasti Erasmus?

Scriveteci e scrivetemi su Twitter a @francascrimizzi

Francesca Scrimizzi

Una persona alla ricerca della retta via. Nel mentre scrivo, vado ai concerti, cucino, viaggio e cado dalle scale.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.