Quella del tatuaggio è un’usanza antica, che affonda le proprie radici ai tempi dell’Antico Egitto e si propaga poi nell’antica Roma come un marchio (venivano tatuati schiavi o condannati). L’Imperatore Costantino, nel 325, proibì il tatuaggio sul volto, mentre nel 787 Papa Adriano I proibì definitivamente ogni forma di marchiatura del corpo, creato perfetto da Dio.

I tatuaggi non scomparvero, naturalmente, ma divennero molto meno frequenti e propri soltanto delle classi più basse della popolazione. Nel 1876 in Italia fu Lombroso a identificare il tatuaggio con la degenerazione morale innata del delinquente, e quel che era un simbolo, spesso usato dai marinai, venne identificato dall’elite sociale come un chiaro segnale di criminalità.

Alcuni artisti però iniziarono la propria opera di tatuatori già a fine ‘800 nei paesi anglosassoni, e da lì la moda del tattoo si diffuse in tutto il mondo. In Italia e nei paesi latini si dovranno aspettare gli anni ’70/’80 del ‘900 per parlare di vera e propria mania, e oggi l’abitudine a marchiare la pelle è diventata completamente sdoganata dal ruolo sociale.

Di seguito trovate alcune delle prime donne tatuate dell’epoca moderna, in diversi scatti realizzati fra ‘800 e ‘900. Testimonianze di donne che, grazie ai disegni sul corpo, affermarono alla società il diritto a decidere in modo autonomo, senza imposizioni esterne. Non si trattò di un passaggio epocale da poco…

Sotto, Maud Waugner, la prima tatuatrice degli Stati Uniti cui abbiamo dedicato un articolo:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#2:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#3:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#4:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#5:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#6:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#7:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#8:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#9:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#10:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#11:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#12:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#13:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#14:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#15:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#16:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#17:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#18:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#19:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#20:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#21:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#22:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#23:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#24:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#25:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#26:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#27:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#28:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#29:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#30:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#31:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#32:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#33:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#34:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#35:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#36:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#37:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#38:

Tatuaggi in Epoca Vittoriana#39:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...