Stanley Kubrick fu uno dei registi di maggior successo del XX secolo, probabilmente il più apprezzato sia dalla critica sia dal grande pubblico. Prima di diventare un celebre direttore cinematografico Kubrick fu, come noto, un eccellente fotografo, lavorando per la rivista Look da quando aveva soltanto 17 anni sino al 1953, quando aveva ormai 25 anni e l’idea granitica di conquistare il mondo del Cinema.

Degli anni ’40 rimangono moltissime fotografie, scattate fra le strade di New York, che ci mostrano gli Stati Uniti nel secondo dopoguerra, un documento di eccezionale valore di un’epoca ormai molto lontana nel passato.

Sotto – 1949, nella Metro di New York, un servizio di cui in questo articolo (Le splendide istantanee di Stanley Kubrick nella Metropolitana di New York nel 1946) trovate una galleria interamente dedicata:

Alcuni studenti di Arte della Columbia University dipingono una modella senza veli, nel 1948:

Una donna con un dito nel naso, nel 1947:

Alcune ragazze camminano per le vie di New York, negli anni ’40:

Una serie di artisti circensi impegnati in allenamento, 1948:

Il direttore d’Orchestra Gaetano “Guy” Lombardo, di origini italiane, su un moletto in legno, nel 1947-48:

Una studentessa scende le scale alla Columbia University, nel 1948:

Autoritratto del regista allo specchio, nel camerino della show girl Rosemary Williams, 1949:

Una bambina con alcune bambole, nel 1947:

Il Boxer Walter Cartier durante un incontro, nel 1948:

Del pugile ritratto nella fotografia sopra, Kubrick realizzerà un piccolo cortometraggio biografico, “Day of the Fight”, il suo primo in assoluto, che trovate sotto:

Al laboratorio della Columbia University, nel 1948:

Una donna viene spinta su una sedia con le ruote da un portantino, nel 1948:

Un artista del circo, nel 1948:

Una studentessa scrive “Odio l’Amore” con il rossetto, anni ’40:

Una coppia sulle scale antincendio, anni ’40:

Una troupe cinematografica, nel 1947:

Un lustrascarpe, anni ’40:

Un impiegato di un hotel fa passeggiare un cane, forse di un cliente, nel 1949:

Un uomo tenta di cambiare la ruota, nel 1946:

Rocky Graziano, famoso pugile di origini italiane, parla con un poliziotto, nel 1949:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...