Malgrado la costante invasione di habitat naturali, ancora ecologicamente preservati, da parte del genere umano, ogni anno vengono scoperte nuove specie animali. Ed effettivamente non c’è da stupirsi, se si pensa che gli scienziati stimano che ci siano ancora da scoprire circa 8 milioni di specie, rispetto ai 2 milioni attualmente catalogati. Circa 18.000 nuove specie vengono individuate ogni anno.

Scarafaggio-Troll

new-species-troll-hopper

Nel 2013 i membri del “Global Wildlife Conservation International”, durante una spedizione in Suriname, hanno scoperto 60 nuove specie, che vivono in una regione montuosa nel sud-est, caratterizzata da foreste pluviali inesplorate. Una delle nuove specie che più hanno catturato l’interesse del pubblico, è quella che il National Geographic ha definito “il misterioso scarafaggio-troll con i capelli”. In realtà non è possibile annoverarla tra le nuove specie scoperte, perchè non è stato catturato un esemplare vivo, ma solo una foto. Il suo aspetto ha comunque attirato l’attenzione degli scienziati, i quali ipotizzano che l’esemplare in foto sia in fase di ninfa, cioè che non abbia raggiunto ancora l’età adulta, per la mancanza di ali. Il ciuffo che sembra una coda, a detta degli scienziati dovrebbe essere costituito da secrezioni dell’addome dell’insetto, come protezione da predatori e parassiti.

Tarantola Gigante

new-species-tarantula

La scoperta di nuovi insetti non è insolita: essi costituiscono il gruppo più grande di tutte le specie animali sulla terra, e include anche gli artropodi come i ragni. Chi soffre di aracnofobia sarà contento di sapere che una tarantola della dimensione di un volto umano, è stata scoperta in una zona remota dello Sri Lanka, dove non molti avranno la possibilità di incontrarla. Uno studio di questo insetto è stato pubblicato dal giornale della britannica “Tarantula Society”, che ci fa sapere che il ragno ha abbastanza veleno per uccidere piccoli animali come serpenti, topi e uccelli.

Tapiro dal pelo nero

new-species-tapir

Metà delle specie scoperte nel 2013 sono insetti, come succede ogni anno. È insolita invece la scoperta di mammiferi di grandi dimensioni, e il tapiro dal pelo nero è uno tra i più grandi scoperti negli ultimi anni. È la quinta specie di tapiro catalogata, ed è un parente di rinoceronte e cavalli.

Soala

new-species-soala

Grande scalpore ha suscitato la fotografia di un soala, animale quasi estinto che vive in Vietnam, e che non era più stato fotografato negli ultimi 15 anni. Questi bovini sono chiamati anche ‘bue di Vu Quang’ o unicorno asiatico.

Tigrillo

new-species-oncilla

La scoperta di un grosso tapiro non sminuisce certo quella di un gatto selvatico di 3 kg, dalla pelliccia giallastra a macchie, appartenente alla specie degli oncilla. Questa specie, chiamata anche tigrillo o ‘piccolo gatto tigre’, vive in Sud America, ma una colonia che vive in Brasile è stata considerata diversa, forse una sottospecie, o forse una specie a se stante.

Rana Cacao

new-species-cocoa-frog

Anche fra gli anfibi ci sono stati nuove identificazioni: due tipi di rane hanno conquistato l’attenzione del pubblico per la loro esotica bellezza. La rana cacao, chiamata così per il colore della pelle, è stata scoperta durante la spedizione in Suriname.

Raganella di Helen

new-species-helens-frog

Il biologo australiano Jodi Rowley ha scoperto la raganella di Helen, su un tronco nella riserva naturale di Ong Nui in Vietnam. L’habitat di questa rana volante dal colore verde-neon è ad appena 60 km da Ho Chi Minh City. Ufficialmente catalogata come Rhacophorus helenae, la rana ha preso il nome dalla madre di Rowley, Helen.

Niumbaha

new-species-badger-bat

Il pipistrello di Belloni fu segnalato nel Sud del Sudan, per la prima volta nel 1939, ma in base ad avvistamenti del 2013, il pipistrello a strisce nere è stato riclassificato in un genere completamente diverso. La scoperta ha significato, secondo la ricercatrice DeeAnn Reeder “il ritrovamento di una vita”. Il nuovo genere è stato denominato “Niumbaha”, che significa “raro” nella locale lingua Zande.

Una nuova specie di squalo è stato filmato lungo le coste dell’Indonesia:

Il halmahera Hemiscyllium cresce fino a circa 2½ metri di lunghezza e non è pericoloso per gli esseri umani. Ciò che distingue lo squalo tappeto dalle altre specie della sua razza, oltre alla lunga coda o spallina, è che sembra camminare lungo il fondo dell’oceano usando le pinne come un uomo potrebbe usare i piedi.

Lyra Chondrocladia

new-species-sponge

L’Istituto internazionale per la ricerca di nuove specie alla Arizona State University ha pubblicato la Top Ten delle nuove specie del 2013, che ha incluso un numero di reperti sorprendenti, composto da più di 140 specie. La vita vegetale era rappresentata da “Lyra Chondrocladia” nota anche come la lira spugna o arpa spugna a causa della sua somiglianza con gli strumenti musicali. È stato scoperta al largo della California nel 2012.

Lucihormetica luckae

new-species-cockroach

L’elenco IISE comprende anche una delle creature più affascinanti dell’anno: la Lucihormetica luckae, uno scarafaggio gigante che si illumina al buio. Vive in Ecuador, e un solo esemplare era stato raccolto, circa settanta anni fa, ma un’ altra specie con la stessa luminescenza è stata rinvenuta negli anni più recenti. La specie riconosciuta nella Top Ten delle nuove specie 2013 è interessante a causa delle sue dimensioni e del posizionamento delle sue luci, che può essere il tentativo dell’insetto di imitare alcuni coleotteri tossici, come mezzo di difesa. I ricercatori hanno anche osservato che il guscio posteriore dello scarafaggio assomiglia ai personaggi di “Guerre stellari”, i Jawa.

Cercopithecus lomamiensis

new-species-monkey

Il Cercopithecus lomamiensis è una specie di scimmia trovata nel bacino del Congo Lomami. La sua scoperta è stato confermata nel 2012 e ha guadagnato notorietà nel 2013 come la seconda nuova specie di scimmia africana ad essere scoperto dal 1984. Questa scimmia ha due caratteristiche degne di nota: gli occhi dall’aspetto umano e, nei maschi, natiche blu elettrico.

Gamberetto scheletro

new-species-shrimp

Da un mondo quasi microscopico è emersa una nuova specie di crostacei che dimora nelle grotte oceaniche dell’ Isola Catalina della California meridionale, a cui è stato dato il nome scientifico Liropus minusculus, più comunemente chiamato gamberetto scheletro. Anche se tecnicamente non sono gamberi, sono i primi del loro genere scoperti nel nordest dell’Oceano Pacifico.

Annalisa Lo Monaco
Annalisa Lo Monaco

Lettrice compulsiva e blogger “per caso”: ho iniziato a scrivere di fatti che da sempre mi appassionano quasi per scommessa, per trasmettere una sana curiosità verso tempi, luoghi, persone e vicende lontane (e non) che possono avere molto da insegnare.