Al Museo della Stregoneria di Boscastle sono esposti oltre 3.000 artefatti mistici, che servirono a streghe e stregoni di tutto il mondo per realizzare le proprie “pratiche magiche”. La fotografa Sara Hannant ha trascorso un periodo di tempo nel museo, occupandosi di documentare 100 oggetti e di realizzarne un libro fotografico, “Of Shadows: One Hundred Objects from the Museum of Witchcraft and Magic”, disponibile in Italia su Amazon.

Nel libro la fotografa ci mostra diversi oggetti dal significato soprannaturale, fra cui bambole di cera, bacchette, statue, pugnali, ciondoli, abiti e amuleti. La tecnica fotografica utilizzata è stata identica per ogni oggetto, così che i diversi oggetti, appartenenti a magia cerimoniale, Massoneria, Satanismo, Alchimia o la Wicca, siano tutti esposti allo stesso modo.

Una curiosità è l’orario delle fotografie, tutte realizzate di notte

Di seguito, trovate alcune immagini tratte dal libro.

Sotto, Gatti Mummificati:

Baphomet, una divinità con le sembianze di un caprone che si dice sia in possesso di attributi sia maschili che femminili, e che viene anche rappresentata dal simbolo del pentagramma caprino.

Un Talismano della Luna appartenuto a Gerald Gardner, un Wiccan inglese, considerato il padre della rinascita della stregoneria della metà del XX secolo.

Una radice di mandragola secca, parte di una pianta tradizionalmente utilizzata per fare pozioni e pomate.

Una bambola piena di chiodi

La Croce Rosy, simbolo associato alla società esoterica Rosicruciana.

La Bambola di una strega

Teschio di un caprone dipinto, usato per la copertina del libro:

Una bambola con una fotografia puntata sopra con uno spillo:

Un athame (coltello cerimoniale) appartenuto a Brownie Pate:

Un teschio usato per rituali magici:

Matteo Rubboli
Matteo Rubboli

Sono un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porto la cravatta o capi firmati, e tengo i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa mia, mi hanno disegnato così...