Il fotografo canadese David Burdeny è famoso nel mondo per la simmetria delle sue fotografie, di cui abbiamo ammirato il lavoro nelle stazioni della Metropolitana di Mosca, che Burdeny ha fotografato di notte grazie ad un permesso speciale, e per le fotografie delle più belle sale dell’architettura italiana, rimaste vuote per l’occasione. L’immagine in copertina e sottostante è invece del viaggio del fotografo in Antartide, afferente al progetto dal titolo “Nord/Sud”, durante il quale Burdeny ha visitato sia l’Antartide, la parte più a Sud del nostro pianeta, sia la Groenlandia, la regione più a Nord.

Nell’immagine, scattata a soli 30 metri dalla base dell’Iceberg, la montagna di ghiaccio divide in quattro parti perfette e (circa) uguali l’immagine. Partendo dall’alto a sinistra e procedendo in senso orario si trovano rispettivamente il cielo, l’iceberg, la sua ombra ed il mare al naturale.

La fotografia risale al 2007, e fu scattata con una Phase One digitale, una delle macchine fotografiche più costose al mondo. La versione finale fu leggermente modificata dal file RAW originale, operando anche un taglio per rendere la fotografia perfettamente simmetrica. Per scoprire di più riguardo il lavoro del fotografo potete visitare il suo Instagram o il suo sito web.

Condividi
Matteo Rubboli
Matteo Rubboli è un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porta la cravatta o capi firmati, e tiene i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa sua, lo hanno disegnato così...